lunedì 31 luglio 2017

Cordiale alle pesche, albicocche e lavanda e...Buone Vacanze!

  

Buongiorno cari amici, è giunto il momento di salutarci per lasciare spazio alla pausa estiva. Negli ultimi mesi ho un po' trascurato il blog a causa del molto lavoro ma vi prometto che da settembre mi impegnerò per riuscire di nuovo ad essere più presente con consigli e ricette. Vi auguro di divertirvi e riposarvi e di tornare dalle vacanze allegri e rilassati, per quanto mi riguarda la pausa estiva è da sempre un momento creativo per generare nuove idee da condividere con tutti voi che mi seguite e che in questo mio angolino vi sentite come a casa. Buone vacanze di 💗.


Cordiale alle pesche, albicocche e lavanda

Ingredienti per una piccola bottiglietta (la quantità che otterrete è quella che vedete in foto)


  • 400g di albicocche già mondate e pulite
  • 400g di pesche già mondate e pulite
  • Qualche spiga di lavanda fresca
  • Zucchero semolato
  • Acqua

Procedimento:

1) Passate le frutta con lo schiacciapatate e raccogliete la purea in un pentolino, aggiungete dell'acqua (circa 100ml) e i fiori di lavanda fresca (attenti alle quantità, la lavanda ha un aroma molto persistente, ne basteranno 5/6 spighe ) e cuocete il tutto a bagnomaria per circa 40/45 minuti.
2) Filtrate il tutto in un colino a maglie fini schiacciando bene tutta la polpa in modo da raccogliere più liquido possibile.
3) Misurate il liquido ottenuto e aggiungete 185g circa di zucchero ogni 300ml di liquido raccolto. Cuocete a fiamma dolce per circa 10 minuti, fino al completo scioglimento dello zucchero, mescolate continuamente.
4) Versate il cordiale nelle bottigliette pulite e asciutte e chiudete. Trasferite le bottiglie in un tegame alto con acqua fedda e portate ad ebollizione, fate bollire per circa 20 minuti. Lasciate raffreddare nell'acqua. Conservate il cordiale in un luogo fresco e asciutto e consumate entro 6 mesi.
5) Servite il cordiale allungandolo con del prosecco fresco e guarnite a piacere con fette di pesca e fiori di lavanda.




giovedì 13 luglio 2017

#BaladinOpenGarden il parco della Birra


Il 21 giugno ho partecipato all'inaugurazione del Baladin Open Garden ed è stato come condividere il sogno di un uomo, Teo Musso, che ha creduto fortemente nella realizzazione di questo progetto. 



Teo esordisce nel 1986 con l'apertura del pub "Le Baladin" a Piozzo, nelle Langhe e contribuisce da subito alla divulgazione della cultura della birra artigianale in Italia. Oggi le sue birre artigianali sono tra le più conosciute e apprezzate non solo in Italia grazie alla passione e alla qualità che da sempre dedica alla sua attività.



Da qui la voglia di condividere il suo mondo fatto di ottima birra e di cose vere e genuine con chiunque voglia partecipare alla "festa". Ed ecco che prende vita il Baladin Open Garden, in quel di Piozzo, un luogo di condivisione dove il concetto di birra e di terra sono strettamente uniti.



La birra è pane liquido
Il pane è birra solida


I luppoleti, lo stabilimento di produzione, la cascina Baladin sono solo alcuni degli elementi di cui si compone il parco. Un grande braciere alimenta tutte le griglie che la domenica prendono vita liberando nell'aria il profumo di ottima carne succulenta. Il forno dove si sforna un pane meraviglioso, come succedeva nei paesi una volta. 


Ma anche la salsicceria, il laboratorio di cioccolato, la torrefazione, la cantina e tanti altri centri di interesse tutti da visitare.



Il Baladin Open Garden ospita anche il mercato contadino, piccoli produttori locali eccellenti da cui è possibile fare incetta di golosità. Per non parlare della coltivazione dei funghi dai fondi di caffè, l'angolo dei giochi vintage e tanti altre "sane" attrazioni che chiunque potrà visitare e apprezzare. Tutto sempre all'insegna della sostenibilità e dell'attenzione per l'ambiente.


Entrare nella Cascina Baladin significa fermare il tempo e immergersi in un'atmosfera magica, ambienti che sembrano disegnati dalle parole di uno scrittore sud americano, arredi che uniscono il vintage ad una certa modernità conferendo uno stile del tutto particolare che accoglie i visitatori mettendoli a proprio agio. 



Tutto è studiato nei minimi particolari e nulla è lasciato al caso in questo luogo che ci riporta un po' alle origini, al passato, dove le cose che contano sono concrete ma non mancano main di una certa poesia.


Al centro di tutto la birra Baladin e il divertimento per un parco che è già diventato una tappa nel turismo legato al made in Italy e alle eccellenze italiane.


Visite guidate, degustazioni, laboratori, tante le possibilità per conoscere e apprezzare il Baladin Open Garden che da questa settimana è aperto al pubblico con la una grande festa (12-16 luglio) e dal 23 luglio con il pic nic della domenica.


Un consiglio? Entrate al Baladin Open Garden con la curiosità di un bambino, con una grande voglia di divertimento e di condivisione, con la determinazione a riscoprire i piaceri genuini della vita, con la consapevolezza di fare un tuffo nel passato...al resto penserà la Birra Baladin!


Ah, dimenticavo...al Baladin Open Garden si trovano nuovi amici!! Grazie Teo! Buona birra a tutti!

Foto di Alfonso Del Forno


Località Valle 25
Piozzo (Cuneo)

mercoledì 5 luglio 2017

Patate Hasselback


Amo le patate e amo scoprire sempre nuovi modi per cucinarle. Questo contorno l'avevo già preparato altre volte e mi sono resa conto di non aver messo la ricetta sul blog, quindi devo assolutamente recuperare perchè le patate hasselback sono gustose e saporite e poi sono bellissime da vedere e quindi perfette da servire ai vostri ospiti! Io ho aggiunto alle solite erbe aromatiche anche della paprika dolce ma in realtà si puo' spaziare con le spezie e le aromatiche...non vi resta che provare! A presto bella gente!


Ingredienti per 4 persone:

  • 8 patate medie e regolari a pasta gialla
  • erbe aromatiche (timo, maggiorana, origano fresco) 
  • paprika dolce
  • burro
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe



Procedimento:

1) Mondate e pulite le patate. Incidetele con un coltellino affilato quasi fino al fondo, come se dovessimo affettarle ma senza staccare le fette. Questa operazione è delicata ma poi l'effetto finale è meraviglioso. 
2) Sistematele in una pirofila da forno, insaporitele con sale, erbe aromatiche, paprika e pepe e irroratele con olio extravergine d'oliva. Cospargete con fiocchetti di burro e infornate a 200° per circa 45 minuti, finchè non saranno tenere e ben dorate. A metà cottura bagnatele con il loro fondo.
3) Sfornatele, lasciatele intiepidire qualche istante e servite.



giovedì 29 giugno 2017

Lasagnette estive di pane azzimo con verdure


La voglia di lasagne a casa mia non passa mai, neanche col caldo. Ecco che nasce l'idea di realizzare queste lasagnette veloci e leggere utilizzando il pane azzimo al posto della pasta all'uovo. Avevo del Pane Azzimo Nattura trovato nella in una delle meravigliose Degustabox ricevute ed ecco l'idea giusta per utilizzarlo al meglio. E' stata una vera scoperta! In realtà avrei anche altre idee...adesso ci provo e poi vi faccio sapere! Prendete nota e non abbiate paura di accendere il forno. A presto gente!



Ingredienti per 4 persone:

·                     1 confezione di pane azzimo da 200g (io Pane Azzimo Nattura)
·                     2 zucchini piccoli chiari
·                     1 piccolo peperone rosso
·                     1 scalogno
·                     ½ melanzana
·                     1 rametto di basilico
·                     Parmigiano grattugiato
·                     Olio extravergine d’oliva
·                     sale
·                     pepe

Per la besciamella:

  • 500 ml di latte intero
  • 50 g di burro
  • 50 g di farina
  • Sale
  • pepe

Procedimento:

1) Mondate le verdure, tagliatele a piccoli cubetti regolari e mettete da parte. Pulite lo scalogno e tritatelo finemente.
2) In una padella scaldate un giro d’olio e fate soffriggere lo scalogno, aggiungete quindi le verdure e fate saltare. Regolate di sale e cuocete finchè non saranno tenere ma ancora sode. Aggiungete il basilico fresco spezzettato, mescolate e lasciate intiepidire.
3) Mentre le verdure cuociono preparate la besciamella: Scaldate il burro in un pentolino, aggiungete la farina in un’unica soluzione, mescolate energicamente e lasciate tostare per qualche istante. Aggiungete il latte tiepido a filo e mescolate fino ad ottenere una crema morbida e omogenea. Regolate di sale e di pepe e lasciate intiepidire.
4) Sporcate una pirofila da forno con un cucchiaio di besciamella, posizionate sopra uno strato di pane azzimo, distribuitevi un po’ di verdure e della besciamella, spolverizzate con del parmigiano e proseguite con un secondo strato di pane e così via fino al completamento dei quattro strati.
Infornate le lasagnette, coperte con un foglio di alluminio, a 180° per circa 50 minuti. Negli ultimi 10-15 minuti di cottura eliminate il foglio di alluminio e lasciate gratinare. Servite le lasagnette tiepide.  



mercoledì 21 giugno 2017

Trifle alle albicocche e rosmarino


Buon lunedì, si susseguono settimane impegnative e ricche di emozioni ma anche di tensioni e acciacchi. Devo essere sincera, ho tanta voglia di vacanze, ho voglia di liberare un po' la mia mente, di ritrovare la mia calma, il mio equilibrio. Purtroppo tutto questo è ancora molto, troppo lontano e così mi tiro su le maniche e cerco di resistere e di sfornare qualche golosa ricetta. Come questo trifle dal gusto fresco e fruttato, perfetto per le calde sere estive. Noi ci sentiamo presto ma in questo periodo non posso fare promesse di alcun tipo...quindi...stay tuned!


Ingredienti per 4 persone:

3 uova
3 cucchiai di zucchero
300g di mascarpone
1 cucchiaio di liquore all'amaretto
10/12 albicocche mature
1 rametto di rosmarino
2 cucchiai di miele di acacia
12 savoiardi

Per lo sciroppo:
1 tazza di acqua
1/2 tazza di zucchero
il succo e la scorza di 1/2 limone
1 rametto di rosmarino

Per il croccantino:
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di acqua
qualche goccia di succo di limone
30g di mandorle a lamelle


Procedimento:

1) Pulite le albicocche, tagliatele a metà, eliminate il nocciolo e sistematele in una pirofila da forno. Cospargete con il miele, aggiungete il rosmarino nella pirofila e infornate a 180° per circa 20/30 minuti, finchè le albicocche non saranno ben tenere e caramellate. Lasciate raffreddare.
2) Nel frattempo preparate lo sciroppo: Fate sciogliere lo zucchero in un pentolino con l'acqua, il succo e la scorza di limone e il rosmarino. Spegnete la fiamma, eliminate la scorza di limone e il rosmarino e lasciate raffreddare.
3) Preparate la crema al mascarpone: Separate i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con lo zucchero finchè non saranno chiare e spumose. Aggiungete il mascarpone e il liquore all'amaretto e amalgamate il tutto. Montate gli albumi con un pizzico di sale e aggiungeteli con delicatezza al composto di mascarpone facendo attenzione a non smontarli. Mettete la crema preparata da parte.
4) Preparate il croccantino. In un pentolino mettete l'acqua con lo zucchero e il succo di limone e scaldate finchè lo zucchero non si sarà brunito creando un caramello dorato. Aggiungere velocemente le mandorle a lamelle, mescolate e versate il croccantino in uno strato sottile su un foglio di carta forno. Lasciate raffreddare.
5) Assemblate il trifle: Bagnate i savoiardi nello sciroppo preparato e sistematene metà sul fondo dei bicchieri, continuate con uno strato di crema al mascarpone e delle albicocche al forno. Continuate di nuovo con i savoiardi bagnati, la crema e infine le albicocche. Finite con il fondo di cottura delle albicocche, il croccantino e decorate con qualche ciuffetto di rosmarino. Servite.


lunedì 12 giugno 2017

Essenza: Gnocchi di ceci con sugo di pomodori datterini e basilico


Buon lunedì a tutti, caldo anche da voi? Devo dire che queste temperature a me la fame non riescono proprio a farla passare! In particolare la voglia di gnocchi al pomodoro non mi passa mai!! Oggi vi lascio una ricetta semplicissima che sostituisce i ceci alle patate. In questo modo l'indice glicemico del nostro piatto sarà molto più basso e con l'apporto proteico fornito dai ceci diventa un ottimo piatto unico leggero e goloso...da preparare ogni volta che volete! E' un modo diverso per consumare i legumi che sono davvero preziosi alleati della nostra salute. E allora, buon appetito!


 Ingredienti per 4 persone:

- 480g di ceci lessati (potete utilizzare quelli secchi o, se non avete tempo anche quelli già pronti)
- farina q.b.
- sale

Per il sugo:

- 500g di pomodori datterini
- 1 piccola cipolla
- 1 rametto di basilico fresco
- olio extravergine d'oliva
- sale
- zucchero


Procedimento:

1) Frullate i ceci se necessario aggiungendo un po' di acqua di cottura (o semplicemente un po' di acqua) in modo da ottenere una crema omogenea.
3) Aggiungete alla crema un pizzico di sale e la farina fino a raggiungere una consistenza lavorabile con le mani ma non troppo compatta altrimenti gli gnocchi risulteranno troppo sodi.
4) Create dei salamini di impasto e poi ricavate tanti gnocchetti regolari. Distribuiteli su un piano o un vassoio cosparso con della semola o della farina. Mettete in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.
5) Nel frattempo preparate il sugo: In una casseruola scaldate l'olio con la cipolla tritata e aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a metà, saltateli a fiamma viva quindi abbassate la fiamma, coprite e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Salate e, se necessario, aggiungete una punta di zucchero per togliere l'acidità. Aggiungete il basilico spezzettato e spegnete la fiamma.
6) Lessate gli gnocchi finchè non verranno a galla, scolateli e conditeli con il sugo di pomodoro preparato. Decorate con qualche fogliolina di basilico fresco, finite con un filo d'olio a crudo e servite.


Buon Appetito! 


martedì 23 maggio 2017

Crumble cake Fragole&Rabarbaro


Buongiorno a tutti, finalmente ho messo le mani sul rabarbaro che qui è difficile trovare! Non ho avuto dubbi su cosa preparare, dovevo assolutamente provare la crostata con fragole e rabarbaro, un classico che io non avevo ancora avuto modo di gustare...beh, ne è valsa la pena! Fantastica!! L'ho adorata! Ora vi lascio la ricetta e l'invito a cominciare la vostra personale "caccia al rabarbaro". A presto bella gente, anche se sono molto impegnata sono sempre qui e voi...continuate a seguirmi! Vi auguro una splendida giornata di sole.


Ingredienti per una crostata da 24cm di diametro:

200g di farina
100g di semola
150g di zucchero
150g di burro
1 uovo + 1 tuorlo
qualche goccia di estratto naturale di vaniglia
1 pizzico di sale
250g di rabarbaro fresco
350g di fragole
1 cucchiaio di succo di limone
2 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaio di maizena
1 manciata di mandorle a lamelle

Procedimento:
1) Mettete nel mixer o nella planetaria le farine, il sale e lo zucchero, miscelate, quindi aggiungete il burro a pezzetti, lavorate pochi secondi fino ad ottenere un composto sbriciolato. Aggiungete quindi la vaniglia e l'uovo+tuorlo. Lavorate velocemente fino a che il composto non si sarà amalgamato e ben assemblato.
2) Formate due porzioni di composto una più grande e una più piccola e mettete in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.
3) Nel frattempo pulite e lavate il rabarbaro e tagliatelo a tocchetti regolari non troppo grossi. Scaldate una pentolina con lo zucchero di canna e il succo di limone e versarci dentro il rabarbaro. Cuocete cinque minuti circa. Fate raffreddare.
4) Mondate le fragole e tagliatele a tocchetti regolari, unitele al rabarbaro raffreddato. Cospargete con 1 cucchiaio di maizena e mescolate.
5) Prendete la porzione di frolla più grande dal frigorifero e rivestite il fondo di una teglia a cerniera coperta con carta da forno. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e versateci dentro il composto di rabarbaro e fragole, poi sbriciolarvi sopra l'altra parte di impasto. Cospargere la superficie con le mandorle a lamelle.
6) Infornate a 180° per circa 30/40 minuti, finchè non sarà ben cotta e dorata in superficie.



mercoledì 17 maggio 2017

Il Centro Commerciale Auchan Cuneo, un'esperienza che va al di là dello shopping



Il Centro Commerciale Auchan Cuneo? Potrei cominciare parlandovi della galleria di negozi, ben 46, oppure del grandissimo parcheggio esterno, potrei parlarvi dell'Ipermercato Auchan all'interno...e invece vi parlerò del polo ristorativo...avevate dubbi??


La parola che mi viene in mente è...sorprendente! Un'area colorata e invitante che accoglie chi desidera prolungare la sua spesa o dedicare una giornata allo shopping con la sicurezza di poter scegliere tra tante proposte gastronomiche che faranno felici proprio tutti!


Si puo' trovare la pizza al taglio, la piadina, ma anche panini, hamburger, piatti caldi e freddi, primi, secondi, insalate, dessert e pietanze di ogni tipo. Tutte queste golose proposte in un solo polo che presto andrà incontro ad una trasformazione che renderà questo spazio ancora più accogliente.



Oggi infatti, tutti gli operatori presenti godono di uno spazio "riservato"all'interno dell'area ristorativa con tavolini personalizzati che però delimitano in qualche modo gli spazi inducendo gli avventori a dover decidere dove e quindi cosa mangiare. Da giugno non sarà più così, ci sarà un unico grande spazio arredato con i colori della natura, la stessa natura in cui è collocato il Centro commerciale!


Azzurro come il cielo, il verde dell'erba, un ambiente luminoso e rilassante che io non vedo l'ora di vedere!! Voglio tornare con la mia famiglia, ognuno potrà mangiare cosa desidera e ci potremo accomodare tutti insieme nei tavolini nuovi a chiacchierare sugli acquisti fatti!! Bello no?? 


Per non parlare della colazione la mattina, o di un caffè prima della spesa, di un momento di relax...insomma, il Centro Commerciale Auchan Cuneo offre davvero molto e in programma c'è il progetto di aprire il polo ristorativo anche la sera, per cene allegre e informali con gli amici e la famiglia. 
Cosa rimarrà uguale? La varietà gastronomica, la cortesia, la qualità dei cibi, l'attenzione per il cliente e...il pianoforte! Avete capito bene! Il pianoforte che regna al centro della sala rimarrà lì, in attesa di essere suonato da chiunque voglia regalare ai presenti un minuto di magia.


Non siete curiosi di sapere che aspetto avrà la nuova area ristorazione? Io sì! E infatti in giugno non mancherò di tornare! Fatelo anche voi, lasciatevi coccolare e trascorrete una serena giornata di shopping al Centro Commerciale Auchan Cuneo. Non perdete tutte le iniziative sulla pagina Facebook del Centro...QUI! Bye bye!

lunedì 8 maggio 2017

Panini al Roast Beef con cipolle caramellate e salsa remoulade...da leccarsi i baffi!


Buongiorno gente e buona settimana! Rieccomi qui, non appena ho un attimo ritorno da voi...come state? Io ho una gran voglia di gite fuoriporta, di bella stagione, di aperitivi in giardino...insomma, basta con questa pioggia e questo freddo!! Non sembra affatto di essere a maggio! Ma io non mi do per vinta e l'aperitivo fuori lo faccio lo stesso...con la sciarpa però!! Vi lascio questa ricetta...comfort food allo stato puro e non dimenticate la birra...mai!! Un abbraccio da me!


Ingredienti per 6 persone:

  • 6 panini morbidi
  • 12 fette di roast beef
  • 2 cipolle rosse
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • olio extravergine d'oliva
  • sale


Per la salsa remoulade:


  • 100g di maionese
  • 1 cucchiaino di senape media
  • 1 cucchiaio scarso di capperi dissalati
  • 3 cetriolini sottaceto
  • 1 rametto di prezzemolo
Procedimento:

1) Mondate le cipolle, affettatele e fatele saltare in padella con olio, sale e pepe. Abbassate la fiamma e lasciatele cuocere finchè non saranno tenere ma ancora sode. Alzate quindi la fiamma, cospargete con lo zucchero di canna e fate caramellare per qualche secondo. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire.

2) Preparate la salsa remoulade: In un mixer mettete i capperi, i cetriolini e le foglie di prezzemolo pulite. Frullate bene e aggiungete il trito alla maionese. Insaporite il tutto con la senape e incorporate bene fino ad ottenere una salsa omogenea.

3) Tagliate i panini a metà e spalmate un generoso strato di salsa remoulade, aggiungete quindi le fette di roast beef piegandole bene. Finite con le cipolle caramellate sopra. Tenete i panini fermi con degli stecchi da finger food e serviteli con una birra freschissima!