mercoledì 29 gennaio 2014

La mia torta rustica con salsiccia e ricotta


Rieccomi!! Sono tornata da #caccialterritorioblogtour di Arezzo, un'esperienza davvero magnifica culminata con una vittoria!! Ma di questo vi parlerò più dettagliatamente molto presto, oggi vi volevo semplicemente far sapere che sono qui e che avete ancora pochissimi giorni di tempo per partecipare al mio contest Dans la Croyance...datevi da fare!!
Bene, siccome vi ho un po' trascurato, vi lascio in regalo la ricetta di uno dei miei "cavalli di battaglia", una torta salata ricca e sostanziosa, perfetta calda in questi giorni invernali o anche a temperatura ambiente per un pic-nic davvero country-chic! Chi l'ha assaggiata se la ricorda...garantito! A presto amici e non perdete l'abbinamento di Sabina!


La lista della spesa:
- 1 cipolla dorata non troppo grossa
- 1 spicchio d'aglio
- 400g circa di salsiccia
- 1 barattolo di polpa di pomodoro (o di pelati)
- 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
- 250g di ricotta vaccina
- 2 rotoli di pasta sfoglia
- 2 uova (1 per dorare)
- 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
- olio evo
- sale
- pepe
- 1 cucchiaino di zucchero

1) In una casseruola soffriggere la cipolla sminuzzata e l'aglio in poco olio, aggiungere la salsiccia a tocchetti liberata dal budello esterno e fare rosolare bene.
2) Quando la salsiccia sarà dorata ma non secca, aggiungere il pomodoro e il concentrato, mescolare bene, abbassare la fiamma e lasciare sobbollire per circa 40-50 minuti. Regolare di sale e pepe, unire lo zucchero, continuare la cottura ancora per qualche minuto affinchè il sugo si rapprenda e non risulti troppo liquido, quindi eliminare l'aglio e mettere da parte.
3) In un recipiente sbattere l'uovo, regolarlo di sale e pepe e aggiungervi la ricotta, amalgamare bene, aggiungervi anche il parmigiano e quindi unirvi il sugo raffreddato, mescolare bene il tutto regolare il sale, se necessario, e mettere da parte.
4) Stendere un rotolo di pasta sfoglia rotondo, sistemarlo in una tortiera e bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta. Versarvi dentro il composto di salsiccia e coprire con un altro strato di sfoglia (potete realizzarlo come volete, io ho fatto il reticolato se no potete fare dei fori con dei taglia pasta di forme diverse o semplicemente adagiare la pasta sfoglia sopra a tutto e bucherellare con la forchetta. Chiudere bene i bordi della pasta.
5) Sbattere leggermente l'altro uovo e spennellare con esso la superficie della torta (pasta sfoglia). Infornare a 200° per circa 30-40 minuti ( fate attenzione perchè essendo molto ricca rischia di non cuocersi bene sul fondo - controllate che sia ben cotta). Sfornare, lasciare intiepidire e servire.


L'abbinamento di VivailVino:
Un piatto perfetto per un pic nic estivo oppure, vista la stagione, per un buffet rustico… diciamo stile country chic!
L’abbinamento allora non può che essere con un vino beverino, un vino da apprezzare in compagnia di buoni amici, tra chiacchere e risate.

giovedì 23 gennaio 2014

#caccialterritorioblogtour...il programma


Bene, oggi pomeriggio salirò su un treno in direzione di Arezzo...ve ne avevo parlato QUI...ricordate?
Ebbene sì oggi inizia l'avventura che mi porterà fuori casa fino a lunedì sera, un'avventura che io e gli altri fortunati partecipanti del blog tour aspettiamo da settimane. Ci siamo sentiti moltissimo su twitter e mi sembra di conoscere già tutti...non vedo l'ora di incontrarli! Poi domani comincerà la vera caccia al territorio alla scoperta degli ingredienti della tradizione aretina. Le due squadre ALO' e NDU VE', saranno impegnate a scoprire tutti i tesori enogastronomici di questo bel territorio in vista della sfida finale di domenica (RAGAZZI INCROCIATE LE DITA E PENSATEMI...FATEMI SENTIRE IL VOSTRO SOSTEGNO!!). Comunque per i più curiosi lascio qui di seguito il programma dettagliato del tour e mi raccomando, seguiteci sui social...l'hastag è #cacciaalterritorioblogtour. Fatemi un "in bocca al lupo"!! E mi raccomando...stay tuned!

CACCIA AL TERRITORIO - BLOG TOUR

24-25-26 Gennaio 2014

Programma:
Giovedì 23 gennaio

Nel pomeriggio arrivo dei partecipanti e sistemazione nei rispettivi alloggi

Ore 19,00 Briefing sul programma delle tre giornate di Caccia al Territorio Blog Tour presso 

Fattoria san Fabiano (Via di San Fabiano, 33 Arezzo)

Segue cena presso Ristorante Mecenate Relais Villa Cilnia (Località Montoncello, 27 - 52100 Fraz. 

Pieve al Bagnoro Arezzo)

Venerdì 24 gennaio

Ore 08.30: Colazione preso Menchetti dal 1948 Arezzo, (V. Avv. F. Croce Arezzo) a seguire partenza 

per itinerario Casentino/Valdarno

Visita al Frantoio Neri Maria Domenica, (Loc. Castelnuovo di Subbiano) Subbiano.

Visita Antica Macelleria Fracassi, a seguire Light Lunch. (Piazza Mazzini, 24 - Loc. Rassina) Castel 

Focognano 

Ore 13:00 Partenza per la ricerca di un altro ingrediente, visita all’Azienda Agricola Podere Pereto

(Località Podere Pereto - Rapolano Terme)

Visita al Caseificio Podere Panzano (via di Cennina) Bucine

 Visita alla Tenuta Il Borro, visita alla cantina e preparazione di una ricetta del territorio presso 

l’Osteria Il Borro, segue cena in osteria. (Località Borro 1 - Frazione San Giustino V-no)

Sabato 25 Gennaio

Ore 08:30 Colazione presso Vestri Cioccolato (via Romana, 161 B/C Arezzo), segue partenza dei 

partecipanti, itinerario Valtiberina/Valdichiana

Visita all ’Az. Ag. Tocci Maria Teresa Agriturismo Il Casalone (Loc. San Patrignano, 53 - Comune di 

Badia Tedalda )

Visita e preparazione di una ricetta presso Ristorante Il Fiorentino (Via Luca Pacioli 60) 

Sansepolcro, segue Light Lunch

Ore 15,30 Ford Motorauto (via Gobetti 35/35 Arezzo), Incontro con la Banda dei Piccoli Chef Lilt

Ore 16,30 AbitAr Cooking Show, incontro con i “Ragazzi Speciali ospiti dell’Accademia Italiana di 

Gastronomia Storica)

 Visita all’azienda Sapori Della Valdichiana, incontro con la Porchetta di Monte San Savino (Via 

della Costituzione n. 1 Monte San Savino)

Visita al Karisma pre disco (Via xxv Aprile 2/2/A, Monte San Savino)

Visita e Cena al Ristorante Belvedere (Loc. Bano 226 Monte San Savino)

Domenica 26 Gennaio 

Ore 09:00 Antica colazione presso Osteria Da Giovanna, segue partenza per la ricerca di un altro 

ingrediente, itinerario sulla strada del “Falconiere” Visita all’Associazione Ragazzi Speciali alla 

scoperta erbe aromatiche, frutta e verdura.

Presso il Relais Il Falconiere, messa a punto delle ricette da presentare al Cooking Show, segue 

Light Lunch.

Ore 16.00 Cooking Show, sfida delle due squadre all’interno di AbitAr (VIA SPALLANZANI, 23 

AREZZO ITALY ...

Visita e cena evento conclusiva presso Le Rotte Ghiotte (Via Montefalterona, 34, Arezzo)

Lunedì 27 Gennaio

Colazione presso Caffè Michelangelo Enoteca (Vl. Michelangelo 28/30) Arezzo

Rientro alle rispettive residenze

L'ospitalità a cura di:

-Azienda Agricola e Agrituristica Fattoria San Fabiano (Via di San Fabiano, 33 Arezzo)

-Relais Villa Cilnia (Località Montoncello, 27 - 52100 Fraz. Pieve al Bagnoro Arezzo)

-Residence Le Corniole (Viale Michelangelo 142 Arezzo)

Organizzazione viaggi Blogger per e da Arezzo Ovai Viaggi (Via Roma, 48 Monte San Savino)

mercoledì 22 gennaio 2014

Torta alla malvasia e fichi secchi


Arieccomi alla carica con una torta da forno...allora? Sapete che sono rimasti una decina di giorni per partecipare al mio contest Dans la Croyance?? Cosa dovete fare? Molto semplice: postare la ricetta della vostra torta da credenza preferita (no pasticcini, dolcini, muffins e torte decorate o farcite!) e il gioco è fatto! Ricordatevi che può partecipare anche chi non ha un blog inviandomi la ricetta completa di foto via mail (ilgattoghiotto@gmail.com). Allora promesso? Posso fidarmi? Mi mandate le vostre ricette (anche più di una!)? Bene...Io oggi vi lascio questa, è una torta soffice alla Malvasia con dentro fichi secchi spezzettati (tranquilli, anche se dovessero depositarsi sul fondo il gusto è strepitoso, si forma proprio uno strato di fichi buonissimo!) e bagnata con uno sciroppo alla malvasia che gli conferisce una ricchezza incredibile...a me è piaciuta tanto...per voi...e non dimenticate di abbinare il vino giusto...come ogni mercoledì ci sono i consigli di Sabina.


La lista della spesa:
- 1 bicchiere e 1/2 di Malvasia
- 140g di fichi secchi
- 200g di farina
- 100g di burro
- 140g di zucchero
- 2 uova piuttosto grosse
- 1 bustina di lievito vanigliato

Per lo sciroppo:
- 1 bicchiere di Malvasia
- 5 cucchiai di zucchero


1) Mettere i fichi secchi in ammollo in un bicchiere di Malvasia e lasciare riposare circa 30 minuti. Scolarli, tagliarli a piccoli pezzetti e mettere da parte.
2) Montare le uova con lo zucchero finchè non si otterrà un composto gonfio e areato, aggiungere il burro fuso intiepidito, la farina (poca per volta sempre montando), 1/2 bicchiere di Malvasia ed infine il lievito.
3) Incorporare delicatamente al composto montato i fichi secchi e versare il tutto in una tortiera (20cm) imburrata ed infarinata. Infornare immediatamente a 180° per circa 40 minuti, finchè non sarà cotta e ben dorata.
4) Nel frattempo preparare lo sciroppo: fare bollire la Malvasia con lo zucchero finchè non si otterrà una riduzione densa ma non troppo (attenzione che lo sciroppo si solidifica raffreddandosi, quindi non fate rapprendere troppo!).
5) Sfornare la torta e, quando è ancora calda, versarvi sopra lo sciroppo che si assorbirà pian piano e lasciare raffreddare. Servire.




L'abbinamento di VivailVino:

Un tocco di dolcezza questa settimana, dalla meravigliosa torta di Ambra al vino passito di cui vi voglio parlare, una delle migliori espressioni italiane nella sua categoria.



lunedì 20 gennaio 2014

Banana Cake with Brown Sugar Syrup


Buongiorno a tutti e buon lunedi!
Manca poco alla scadenza del mio contest Dans la Croyance...ma allora, cosa aspettate a mandarmi le vostre ricette!! I giudici stanno aspettando con ansia!! Bene, detto questo vi lascio una delle mie torte da forno. Mi piace tantissimo perchè ha una consistenza morbida ma allo stesso tempo compatta e ha una irresistibile crosticina data dallo sciroppo di zucchero bruno che si asciuga in superficie. 
Che ne dite? Io vi lascio la ricetta e vi auguro una dolcissima settimana e soprattutto aspetto le vostre torte per il contest!!



La lista della spesa:
- 1 bicchiere di yogurt
- 2 bicchieri di farina
- 1 bicchiere di zucchero di canna o zucchero muscovado
- 1/2 bicchiere di olio di semi
- 2 uova
- 2 banane
- 1 cucchiaino di cannella
- qualche goccia di estratto naturale di vaniglia
- 1 bustina di lievito
- 2 cucchiai di zucchero muscovado (facoltativo)

Per lo sciroppo:
- 1 bicchiere di acqua
- 4/5 cucchiai di zucchero di canna o muscovado


1) Inserire gli ingredienti in un recipiente (o nella planetaria) nell'ordine in cui sono stati scritti, le banane vanno ovviamente schiacciate prima e per quanto riguarda la zucchero muscovado (facoltativo) io l'ho aggiunto per dare un aspetto ancora più brunito alla torta, lavorare bene con le fruste in modo da arieggiare il composto che dovrà risultare soffice e gonfio. Versare in una tortiera imburrata ed infarinata e infornare a 180° per 30-40 minuti, finchè non sarà cotta e ben dorata.
2) Mentre la torta cuoce preparare lo sciroppo (non omettetelo, la torta non è la stessa senza sciroppo!).
Fare bollire l'acqua con lo zucchero a lungo, finchè non arriverà ad avere una consistenza sciropposa (attenzione! Lo sciroppo si solidifica raffreddandosi pertanto non fatelo addensare troppo!).
3) Sfornare la torta, bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta e versarvi lo sciroppo quando è ancora calda, aiutarsi con un pennello per distribuire lo sciroppo in modo uniforme. Lasciare raffreddare e servire. Buonissima anche tiepida con una pallina di gelato alla vaniglia e una spruzzata di cannella!

giovedì 16 gennaio 2014

Kofta Kebab con Pita e salsa harissa...il mio insolito abbinamento per il Già Fontanafredda


Ed eccoci di nuovo con la cucina etnica, questa volta si tratta di un abbinamento studiato per un vino dalle mille qualità: è il Già Fontanafredda Langhe Rosso, un vino, tra l'altro, libero da pesticidi e additivi chimici. Un manipolo di blogger è stato coinvolto per trovare un abbinamento "insolito" ai vini Già di Fontanafredda e questa è la mia personalissima proposta. Un piatto di ispirazione araba pieno di colori e profumi speziati. Spero sia gradito, quello che posso dirvi è che a casa l'ho già replicato ed è stato un successo, semplice ma estremamente buono e divertente!  Ed ora a voi la ricetta!


La lista della spesa per 4 persone:

Per i Kofta Kebab:
- 500g di macinato misto (maiale e manzo)
- peperoncino in polvere q.b.
- 1 cucchiaino di cumino polverizzato
- 1 cucchiaino di coriandolo polverizzato
- 1/2 cucchiaino di cannella
- 3/4 cucchiai di prezzemolo tritato
- qualche foglia di menta fresca tritata
- 1/2 cipolla rossa
- 1 uovo
- pangrattato q.b.
- olio evo
- sale

Per la Pita:
- 300g di farina
- 4g di levito di birra secco
- 1/2 cucchiaino di zucchero
- 1 cucchiaino di sale
- 1/2 cucchiaiodi olio evo
- acqua tiepida q.b.

Per la salsa harissa:
- 30 peperoncini freschi
- 1/2 spicchio d'aglio 
- qualche fogliolina di menta
- 1/2 cucchiaino di cumino polverizzato
- 1/2 cucchiaino di coriandolo
- olio evo
- sale

1) Preparare la pita: In un recipiente (o nella planetaria) mettere la farina, il lievito e lo zucchero, mescolare quindi aggiungere il sale, l'olio e, sempre mescolando l'acqua tiepida poca per volta fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Mettere a lievitare al caldo per un'ora circa, finchè non sarà raddoppiato di volume.
2) Mentre la pitta lievita cominciare a preparare la salsa harissa: Pulire i peperoncini, togliere i semi e immergerli in acqua tiepida per un'oretta.
3) Preparare i kofta: In un recipiente mettere la carne tritata, le spezie precedentemente tostate in un padellino, il prezzemolo, la menta tritata, il peperoncino (a piacere), la cipolla sminuzzata e l'uovo e cominciare a mescolare il tutto. Aggiustare la consistenza con il pangrattato e regolare di sale (state attenti a insaporire bene perchè la cannella conferisce dolcezza alle pietanze!). Lasciare riposare.
4) Nel frattempo riprendere l'impasto della pita, lavorare di nuovo velocemente e dividere in palline di circa 70-80g (ne vengono circa 6/7). Stenderle in dischi sottili e cuocere in forno a 250° per alcuni minuti, quando cominceranno a gonfiarsi saranno pronte, non devono prendere colore e devono rimanere morbide. Sfornare e tenere coperte per non farle asciugare.
5) Finire di preparare la salsa harissa: Scolare i peperoncini e frullarli insieme alle spezie precedentemente tostate, l'aglio (senza anima), le foglioline di menta e il sale aggiungendo olio evo q.b.. Mettere da parte.
6) Finire di preparare i kofta: creare delle polpette lunghe compattandole bene e infilza rle con gli spiedi lunghi. Scaldare la piastra e grigliare i kofta precedentemente spennellati con olio.
7) Servire i kofta con la salsa harissa, la pita e dell'insalata (io l'ho preparata con delle cipolle rosse a fette saltate velocemente in padella).


mercoledì 15 gennaio 2014

Manzo Balchao con cipolle rosse e focaccine Naan al burro e semi di papavero


Questo 2014 è iniziato in modo insolito, ho una gran voglia di etnico, cosa che di solito non mi capita o almeno non così tanto...che vi devo dire? Ormai lo sapete che seguo sempre il mio istinto e soprattutto la mia pancia...preparatevi a una serie di ricette dal mondo...spero non vi dispiaccia! Partiamo dall'India. Oggi vi lascio la ricetta di uno spezzatino di manzoil cui nome (Balchao) è comune a tutte le preparazioni tipiche della zona di Goa, stato sulla costa occidentale dell'India in cui le spezie vengono abbinate all'aceto e allo zucchero creando un piacevole accostamento agrodolce. L'ho servito con delle focaccine Naan al burro cosparse di semi di papavero ideali per accogliere lo spezzatino e catturarne i succhi. Allora, ci venite in viaggio con me? Posso continuare a sognare? Per ora mi accontento del profumo ipnotico e avvolgente di questo manzo e poi...chissà dove mi porterà la mia curiosità! Ovviamente con questa ricetta partecipo all'MTC di questo mese dedicato allo spezzatino e capitanato da Chiara e Marta.


La lista della spesa (per 4/6 persone): 
Per il Manzo:
- 500g di bocconcini di manzo 
- 4 cucchiai di olio di semi
- 1 spicchio d'aglio
- 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato
- 1 stecca di cannella a pezzetti
- 1 peperoncino rosso essiccato e tritato
- 10 grani di pepe nero
- 4 chiodi di garofano
- 2 cucchiaini di semi di cumino
- 1 cucchiaino di curcuma
- 1/2 cucchiaio di concentrato di pomodoro
- 200 ml circa di brodo di manzo
- 3 cipolle rosse
- 1 cucchiaino di zucchero
- 2 cucchiai di aceto di mele
- 2 peperoncini freschi
- sale

Per le focaccine Naan (6 pezzi):
- 250g di farina
- 1 cucchiaino di lievito di birra secco
- 40g circa di burro
- semi di papavero
- 1 cucchiaino di zucchero
- sale


1) Preparare le focaccine Naan: Mettere in un bicchiere lo zucchero, il lievito e aggiungervi circa 150ml di acqua tiepida. Fare sciogliere il lievito e lasciare riposare per una decina di minuti. In un recipiente mettere la farina, 10g di burro a pezzetti, 1 cucchiaino di sale e la miscela lievitata, mescolare e impastare bene aggiungendo, solo se necessario, altra acqua tiepida in modo da regolare la consistenza, si deve ottenere un impasto liscio ed elastico. Mettere a lievitare al caldo per circa 1 ora, finchè non avrà raddoppiato di volume.
2) Preparare il manzo: Scaldare 2 cucchiai di olio di semi in una wok e aggiungere lo zenzero e l'aglio sbucciato e schiacciato. Fare soffriggere alcuni secondi quindi aggiungere il mix di spezie precedentemente polverizzate (cannella, peperoncino secco, cumino, chiodi di garofano e pepe in grani) e lasciare insaporire l'olio con le spezie per una trentina di secondi. Unire la carne e fare sigillare bene a fiamma alta affinchè sia ben rosolata e dorata, aggiungere la curcuma, mescolare. Sfumare con il brodo, abbassare la fiamma e aggiungere il concentrato. Coprire e cuocere per circa un ora.
3) Riprendere intanto l'impasto delle focaccine, impastare di nuovo velocemente e dividerlo in sei parti uguali, formare delle palline e stenderle in modo da ottenere dei dischi di 1cm circa di spessore e di 12-13cm di diametro. Spennellare con il burro rimasto precedentemente fuso, cospargere con i semi di papavero ed infornare a 250° per circa 10 minuti, a metà cottura, girare e spennellare con burro. Sfornare e coprire in modo che rimanga morbido.
3) Scaldare l'olio avanzato e friggere le cipolle mondate e tagliate a fette per alcuni minuti, finchè non saranno ben rosolate. Unire le cipolle allo spezzatino, salare, unire lo zucchero e l'aceto, coprire nuovamente e continuare la cottura per altri 30 minuti circa, finchè la carne non sarà davvero tenera. Aggiungere a piacere i peperoncini freschi affettati. Servire con le focaccine Naan calde.


L'abbinamento di VivailVino:

Bentornati!
Per il primo appuntamento del nuovo anno Ambra ci presenta una ricetta davvero buonissima, soprattutto per me che adoro le spezie!
Un piatto che verrebbe già ottimamente accompagnato sia da un morbido Merlot che da uno speziato Syrah, ma per iniziare in bellezza io vi voglio parlare di emozione...



lunedì 13 gennaio 2014

Praline di Twix White al lampone


Buon lunedì golosi amici,
quest'oggi, per partire in tutta dolcezza, vi lascio la ricettina semplice semplice realizzata con il Twix White Limited Edition. Ovviamente potete sbizzarrirvi e prepararle anche con il classico Twix, in formato pralina o in formato Cake Pops, come più vi piace!
Mi sembra una bella idea da servire a fine pasto, davvero chic e velocissima da preparare e poi...sono davvero buone!!
A questo punto non mi resta che augurarvi una dolcissima settimana...moooolto white!!!
A presto!


La lista della spesa (per circa 20 praline - le quantità sono da stabilire un po' ad occhio):

- 3/4 confezioni di Twix White limited Editions
- confettura di lamponi
- cioccolato bianco (2 tavolette circa)
- confettini colorati


1) Frullare i Twix nel mixer finchè non saranno completamente sbriciolati, trasferirli in una terrina.
2) Aggiungere la confettura di lamponi, poco per volta mescolando fino ad ottenere un composto modellabile.
3) Creare delle palline tutte uguali grandi come delle olive. Sistemarle in una placca da forno su cartaforno e mettere in frigorifero per almeno 30 minuti.
4) Sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria o nel microonde e lasciare intiepidire qualche istante.
5) Coprire le palline di cioccolato bianco, far colare l'eccesso e rimettere ad asciugare sulla carta forno.
6) Cospargere, quando il cioccolato è ancora fresco, con gli zuccherini colorati. 
7) Lasciare asciugare completamente, conservare in frigorifero. Tirare fuori almeno 30 minuti prima di servire e sistemarle a piacere dentro a pirottini per praline. Gustare a fine pasto e in qualunque momento della giornata!

venerdì 10 gennaio 2014

Caccia al Territorio Blog Tour


Eccomi di nuovo qui! Auguri a tutti di buon anno e ben ritrovati! Quest'anno è iniziato con tante buone notizie, la prima è che la mia ricetta delle Pappardelle al sugo d'anatra all'aretina è stata selezionata e che quindi sarò una delle protagoniste di Caccia al Territorio Blog Tour!
Che cos'è?
Ecco il Comunicato Stampa:

CACCIA AL TERRITORIO BLOG TOUR

AREZZO 24-26 Gennaio 2014

Il Blog Tour Caccia al Territorio nasce dalla volontà di promuovere il territorio 

aretino: è così che l'idea del progetto, già da tempo nata in un territorio 

che da sempre si caratterizza per importanti attività di promozione grazie 


sinergia con realtà come l'Associazione Italiana Sommelier Delegazione 

Ais (rappresentata dal suo delegato Massimo Rossi), l'Associazione Cuochi 

Arezzo (rappresentata dallo chef Shady Hasbun) e Slow Food Arezzo 

(rappresentato da Cecilia Rosi), è stata sposata da due studentesse del Master 

in Marketing Territoriale organizzato dallo IED di Firenze, Benedetta Castella 

Lo scopo è quello di promuovere il territorio di Arezzo utilizzando un’attività 

innovativa come il Blog Tour legandolo alle eccellenze enogastronomiche del 

territorio, portando quindi i partecipanti a toccare con mano i prodotti tipici 

di Arezzo e delle sue quattro vallate: Casentino, Valdichiana, Valdarno e

Valtiberina.

In base agli elaborati pervenuti dalle commissioni preposte per la selezione 

dei lavori, è stato deciso di scegliere come protagonisti Wine Blogger e Food 

Blogger in quanto il filo conduttore del Tour sarà una ricetta della tradizione 

aretina. 

I Blogger protagonisti saranno:


Massimiliano Montes (http://gustodivino.it/)

Roberta Castrichella (http://robysushi.wordpress.com)


Wine Blogger e Food Blogger provenienti da diverse parti d’Italia che si 

incontreranno per partecipare attivamente ai tre giorni di Caccia al Territorio

Oltre ai blogger la commissione preposta ha selezionato due Igers attraverso 

un contest su Instagram organizzato in collaborazione con Igers Arezzo. 

C’è stata una grande partecipazione di persone desiderose di raccontare per 

immagini la propria terra e sono stati scelti i lavori di Valter Ceccherini e 

Lorenzo Carnevali come partecipanti al Blog Tour.

La nostra "caccia” si svolgerà dal 24 al 26 gennaio 2014. I partecipanti 

saranno divisi in due squadre, ognuna composta da un Wine Blogger, un Food 

Blogger e un Igers, che durante l’itinerario dovranno cercare gli ingredienti per

realizzare una ricetta della tradizione aretina sulla quale sfidarsi nell’ambito 

di un cooking show che si svolgerà all’interno di Abit.Ar L’arte di Abitare 

presso Arezzo Fiere e Congressi.

Il premio finale sarà un soggiorno per l'intero team vincitore offerto dal

relais Il Falconiere di Cortona, partner che ha sposato il progetto. 

Sarà un’ulteriore occasione di far incontrare di nuovo i blogger che hanno 

partecipato al Blog Tour, vivere un’altra esperienza legata allo stesso territorio.

I canali di comunicazione del Blog Tour Caccia al Territorio sono la pagina 


il profilo Twitter @BlogTourArezzo, un blog Tumblr e il sito internet 

attualmente in costruzione.

Un grazie anche a tutte le strutture che hanno dato il loro contributo alla 

realizzazione del progetto:

Antica Macelleria Fracassi

- Azienda Agricola e Frantoio Neri Maria Domenica

- Il Borro

- Azienda Agricola Tocci Maria Teresa Agriturismo Il Casalone

- Ristorante Fiorentino

- Ristorante Mecenate Relais Villa Cilnia

- Podere Panzano

- Azienda Sapori Della Valdichiana, Farine Iacomoni

- Azienda Agricola Podere Pereto

- Menchetti dal 1948 Arezzo

- Vestri Cioccolato

- Osteria Da Giovanna

- Residence le Corniole

- Relais Villa Cilnia

- Azienda Agricola e Agrituristica Fattoria San Fabiano

- Ford Motorauto Arezzo

- A.I.S. Associazione Toscana Sommelier Arezzo

- Associazione Cuochi Arezzo

- Slow Food Arezzo

- Associazione Italiana Conoscere l’Olio di Oliva

- Ragazzi Speciali Onlus

- La Banda dei Piccoli Chef Lilt


Presto vi racconterò anche il programma di queste belle giornate...Stay Tuned!!