lunedì 30 luglio 2012

Un "Insolito" gelato e...chiuso per ferie:D


Eccoci al commiato estivo, ho preparato le valigie e tra qualche ora partirò con la mia famiglia verso il meritato riposo...ma prima voglio lasciarvi questa ricetta che nasce da una sfida lanciata dal grande Dario Loison per diffondere l'idea che panettone non vuol dire necessariamente Natale, il panettone, ed in particolare i deliziosi panettoni Loison, possono essere gustati tutto l'anno fino a diventare l'ingrediente per un gelato davvero speciale!
Il mio compito era quello di abbinare al panettone altri ingredienti e io ho scelto il miele di bosco e lo sciroppo al gelsomino per un risultato davvero sorprendente...il panettone si fonde con le note aromatiche del sottobosco fino alle fiorite note di coda del gelsomino...wow!!
Chiedo venia per le foto, d'altronde, fotografare il gelato con queste temperature è stata un'impresa quasi impossibile!

Gelato al panettone e miele di bosco con sciroppo al gelsomino (senza gelatiera)

Sono partita da una crema inglese un po' modificata (come da ricetta di Mapi) a cui ho aggiunto panna.

La lista della spesa:
- 300ml di latte fresco intero
- 150g di miele di bosco
- 150g di zucchero semolato
- 50g di tuorli d'uovo freschi
- 200ml di panna fresca liquida 
- 1 fetta di panettone classico Loison

Per lo sciroppo al gelsomino:

- 20g di fiori di gelsomino puliti
- 60g di acqua
- 60g di zucchero semolato

1) Preparare lo sciroppo al gelsomino facendo bollire l'acqua con lo zucchero semolato e versando il tutto sopra i fiori, lasciare in infusione per almeno 5 ore, meglio se per tutta la notte. Filtrare lo sciroppo e poi ripetere l'operazione adoperando come filtro una velina in modo che alla fine risulti trasparente e libero da ogni impurità. Versare in un barattolino pulito e sterilizzato e chiudere bene. In frigorifero si conserva anche per diversi mesi.


2) Cominciare a preparare il gelato:
Riscaldare il latte in una casseruola con il miele fino a quando non starà quasi per bollire, mettere da parte. Nel frattempo montare i tuorli con lo zucchero semolato finchè non saranno chiari e spumosi, quindi versarli nel latte caldo e rimettere sul fuoco. Girare continuamente finchè la crema non si addenserà velando il cucchiaio, a questo punto togliere dal fuoco.
3) Abbattere subito la temperatura della crema inglese trasferendola in un'altro contenitore e mettendolo sopra ad una ciotola piena di acqua fredda e ghiaccio finchè non si sarà raffreddata completamente. Riporre in frigorifero per alcune ore (anche tutta la notte, deve essere ben refrigerata), aggiungervi la panna liquida e la fetta di panettone precedentemente sminuzzata nel mixer e mescolare bene il tutto finchè il composto non risulterà omogeneo.
4) A questo punto versare la crema in una vaschetta rettangolare e coprire con la pellicola, riporre nel ripiano più freddo del freezer e lasciare dentro per circa 2 ore. Riprendere il composto e montarlo con le fruste, riporre nuovamente in freezer e ripetere l'operazione per altre 2 volte. A questo punto coprire il gelato con un foglio di carta forno e mettere definitivamente in freezer. Prima di servire lasciare in frigo per circa 15 minuti, quindi  porzionarlo e cospargere con lo sciroppo al gelsomino, servire.


Con questa ricetta partecipo anche (fuori concorso) all'MTC di luglio





BUONE VACANZE A TUTTIIIIIII!!!! CI SI VEDE A SETTEMBRE!!!

Ps (Per sapere l'esito della Piccola Bottega di Luglio dovrete aspettare settembre...un po' di suspance non guasta mai hihihi!!)

martedì 24 luglio 2012

L'Istria Blu, le sue bellezze e i suoi vincitori


Ed eccoci qui a festeggiare la vincitrice della fase Blu...Lasagnapazza con i suoi Pljukanci con busara di cozze!! Ecco la mia motivazione:
" In un piatto solo ha unito due  preparazioni tipiche della cucina istriana: Pljukanci e Busara. Con questa realizzazione, perfettamente eseguita, è riuscita meglio di tutti a rappresentare l'Istria e il suo mare".
Devo aggiungere che ci ha anche stregato con le sue immagini e ci ha preso per mano e accompagnato in questo viaggio in Istria, terra che conosce bene e che racconta con passione.
Bravissima!! Il suo premio sono dei prodotti tipici istriani, mentre vi comunichiamo subito che insieme a Mari andranno in finale e saranno in gara per vincere il week-end in Istria offerto dall'Ente Turismo Istra che ne sarà giudice supremo...





Complimenti di cuore a tutti quelli che hanno deciso di partecipare a questo contest, le ricette erano davvero tutte molto belle!! Mari, ricordati di mandare la mail a Claudia il tuo indirizzo per la spedizione dei prodotti!! Noi invece tuffiamoci ancora una volta nel mare istriano ed andiamo a Rovigno, una delle città più romantiche che abbia mai visitato...


Purtroppo noi l'abbiamo fatto sotto la pioggia ma in estate deve essere strepitoso!! Una città di pescatori, che dal mare ricava tutto quello che gli serve: pesce e turismo.


Rovigno, a picco sul mare, è davvero caratteristica, mi sono innamorata delle sue stradine e degli scorci di mare tra una casa e l'altra...




Se avete la possibilità di visitarla non perdete il museo della Batana, tipica imbarcazione istriana dal fondo piatto. Lì troverete foto e materiale che documentano la vita dei pescatori...ci siamo incantate ad osservare le foto d'epoca...bellissime e bellissimo il museo, davvero curato nel suo allestimento.


E se vi viene voglia di mangiare il pesce? Dovete provare il ristorante Puntulina (+385 52 831 186), i simpatici proprietri sapranno accontentare anche i palati più esigenti!!


Ed eccoci qui alla fine del nostro viaggio, l'appuntamento però è per settembre, per decretare il vincitore del week-end in Istria e per un'altra piccola sorpresa...Bye bye!!!

martedì 17 luglio 2012

Il gattoghiotto su Dolci Tentazioni di luglio


Ehiiiiii!!! Ci sieteeee??
So che in questi giorni sono stata assente, il caldo e la voglia di vacanze mi hanno sopraffatto e presto anche Il gattoghiotto si prenderà un po' di pausa...ma c'è sempre lo spazio per condividere con voi i miei piccoli, grandi successi!!
Questo mese infatti c'è un articolo sul mio blog, su di me e le mie ricette sul mensile Dolci Tentazioni...correte in edicola!!


venerdì 6 luglio 2012

Torta rustica alle albicocche con cannella e cardamomo


Sono assolutamente vittima della calura estiva con relativa fiacchezza e demotivazione a prodigarmi in qualunque attività...e per qualunque intendo proprio tutto, dalla spesa, alla cucina, al lavoro, alle pulizie.
Però la mia golosità come al solito ha preso il sopravvento e ancora per qualche tempo non ho intenzione di mandare il mio forno in ferie...quindi datemi delle albicocche succose e vi sfornerò una torta deliziosa e profumata e voi...una tazza di tè??...Freddo...ovvio!!


La lista della spesa:
- 125g di yogurt bianco
- 145g di farina 00
- 80g di farina gialla di mais (io ho usato la farina Pignolet di La Cascina dei Conti)
- 135g di zucchero muscovado o di canna
- 2 uova
- 120g di olio di semi
- 10 bacche di cardamomo
- 1 cucchiaino scarso di cannella
- 1 bustina di lievito per dolci
- 10 albicocche mature
- zucchero di canna

1) Mettere in un recipiente lo yogurt, le farine, lo zucchero, le uova, l'olio, i semini di cardamomo precedentemente polverizzati, la cannella e il lievito e lavorare il tutto con uno sbattitore a lungo, finchè il composto non sarà omogeneo e areato
2) Versare in una tortiera a cerniera di 26 cm precedentemente imburrata ed infarinata, livellare bene e poi sistemarvi sopra le albicocche tagliate a metà con il dorso rivolto verso il fondo della tortiera. Cospargere con abbondante zucchero di canna ed infornare a 180° per circa 40 minuti. Lasciare raffreddare e servire

martedì 3 luglio 2012

Piccola bottega di campagna - l'ultima sfida...


Ed è con grande piacere e anche con un pizzico di tristezza che lancio l'ultima sfida della Pbc, ormai ci eravamo tutti abituati a questo appuntamento ed io sono davvero orgogliosa di tutte voi che avete preso a cuore questo contest e che ogni mese mi avete sorpreso con le vostre proposte originali e deliziosamente eseguite. Ma come tutte le cose belle c'è una fine, sento il bisogno di nuove avventure e di pagine fresche da scrivere nel mio blog, di dedicarmi di più alle mie rubriche e ai tanti progetti che mi vedono protagonista. Ma vi chiedo questo ultimo sforzo, affinchè la Pbc possa finire com'è iniziata, con l'entusiasmo che l'ha sempre accompagnata...che sfida sia...


Melanzane e pomodori

E per l'ultima volta vi lascio il Regolamento:

1) Per partecipare si dovrà realizzare una ricetta (assolutamente a piacere) con gli ingredienti presenti sulla colonna a destra del mio blog, proprio sotto il logo del contest, per il mese di luglio melanzane e pomodori, e postarla/inviarla entro le ore 24.00 del giorno 20 del mese stesso.

ATTENZIONE: Bisogna utilizzare tutti gli ingredienti presenti nella foto!

2) Chi può partecipare?
Tutti, chi ha un blog posterà la ricetta completa di foto e mi invierà il link come commento a questo post , chi non ha un blog potrà inviarmi il materiale via mail (ilgattoghiotto@gmail.com)
IMPORTANTE: Chi ha un blog deve ricordarsi di inserire il banner nella home page e di linkare questo post e anche il sito di Malvarosa Edizioni e se vi va potete unirvi su facebook alla pagina di Malvarosa cliccando qui 

3) Valgono le ricette già postate purchè contengano tutti gli ingredienti richiesti

4) Si può partecipare con più ricette

5) Il giudizio sarà globale, si valuterà sia la preparazione che la presentazione senza mai trascurare la qualità delle foto

6) Il vincitore del mese avrà l'onore di vedere pubblicata la sua ricetta in uno spazio esclusivo sul sito di  Malvarosa Edizioni dove rimarrà per tutto il mese

Pronti per l'ultima sfida?? Viaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!

I partecipanti di luglio:

1) Vermicelli della Norma di La Melagranata
3) Melanzane imam di Saporidielisa
7) Melanzana alla parmigiana light di Arricciaspiccia
9) Polpette di melanzane di La Melagranata
11) Ratatouille in conserva di La Melagranata
12) Torta ubriaca di La Melagranata
13) Anello di melanzane e cus cus di La Melegranata
14) Timballini di anelletti siciliani di La Melagranata
16) Torta maltese di La Melagranata
18) Involtini di melanzane di L'ombelico di Venere

lunedì 2 luglio 2012

Piccola bottega di campagna - il vincitore di Giugno


Ok, ok, questo mese sono un po' in ritardo ma alla fine ce l'ho fatta e domani pubblicherò anche l'ultima sfida che ci porterà alla fine di questa lunga giostra durata un anno alla scoperta della stagionalità.
Ma veniamo al vincitore di giugno, la sfida non  era facile anche perchè i protagonisti erano due ortaggi piuttosto neutri che avevano bisogno di un po' di grinta per dare vita ad un piatto coi fiocchi...qualcuno è riuscito a creare un capolavoro...


by Il pane al profumo di lavanda

INGREDIENTI (4 persone):
  • 80 g di riso carnaroli
  • 80 g di kamut
  • 1 zucchina medio-grande
  • 1 scalogno
  • 200 g di fagiolini lessati
  • 1 mazzetto di santolina (circa 20 g)
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 300 ml di brodo vegetale ( circa)
  • olio evo q.b.
  • Grana Padano grattugiato
  • burro q.b.
  • sale e pepe
PROCEDIMENTO:
Lavare il kamut più volte e metterlo in ammollo in acqua per 8 ore; scolarlo e farlo bollire in acqua salata per 40 minuti. 

In una casseruola, stufare lo scalogno tritato con un cucchiaio di olio. Aggiungere il riso ed il kamut. Mescolare e poi versare il vino. Lasciare sfumare. A questo punto aggiungere un mestolo di brodo vegetale, la zucchina tagliata a cubetti e la santolina tritata. Mescolare per bene. Continuare ad aggiungere brodo finchè il riso ed il kamut non avranno raggiunto il punto di cottura desiderato. Mantecare con del Grana Padano e pepare leggermente. 

Ungere con del burro degli stampini da timballi. Ricoprire i bordi con i fagiolini lessati e fatti saltare in padella con un po' di burro, sale e pepe. Con un cucchiaio porre al centro di ogni stampino il " risotto" e premere per bene. Lasciare riposare il tutto 5 minuti. Sformare i timballi e decorarli a piacere.

Brava Silviaaaaaaa!!! Noi ci aggiorniamo domani per la prossima sfida della PbC!!!