martedì 5 giugno 2012

L'Istria Verde e i cukerančiči


Da pochi giorni è terminata la prima fase del nostro contest e tra qualche giorno conosceremo il nome del vincitore, ma non vi abbiamo ancora raccontato nulla del nostro viaggio in Istria. Io e Claudia ci siamo ripromesse di far vivere a chi lo vorrà il viaggio che l'Ente Turismo Istra ci ha organizzato e che ricorderemo per sempre. Non ero mai stata in Istria, per me era tutto nuovo, oggi vi parlerò di un pezzo di Istria Verde, vi parlerò di come questa terra si è risollevata dalla crisi cominciando proprio dalla terra e dai suoi frutti. Vi racconteremo piccole storie, testimonianze di vita, tasselli di un mosaico che rappresenta il patrimonio istriano, le sue eccellenze e la sua storia.
Il nostro viaggio è iniziato proprio in mezzo alle viti e agli ulivi, da CUJ, un produttore di ottimi vini istriani come la Malvasia e il Terrano, siamo stati accolti in questa bellissima cantina dove l'amore per la terra circonda ogni cosa 




Non avremmo potuto ricevere benvenuto migliore...assaporare dell'ottimo vino ascoltando le storie di chi fa il vino da tre generazioni e continua con orgoglio a curare la propria attività puntando a fare sempre meglio, senza mai scendere di qualità.





Dopo questa graditissima degustazione ci siamo spostate per il pranzo al Ristorante Buščina dove abbiamo degustato alcuni piatti istriani 


In particolare abbiamo apprezzato il manzo istriano, il Boscarino, un animale molto particolare dalle dimensioni enormi che in passato veniva impiegato nell'agricoltura ma che con l'avvento della tecnologia è stato abbandonato fino quasi all'estinzione. Oggi è stato reintrodotto come carne il cui commercio è protetto. La carne è deliziosa, abbiamo assaggiato dei maccheroni freschi fatti a mano con lo spezzatino istriano "žgvacet"


E un'ottima tagliata di Boscarino alla brace



E dopo aver chiacchierato con Fabiana, la proprietaria di Buščina della cucina istriana e dei tanti tesori del territorio ci siamo congedati con l'intento di fare due passi 


Antonio, la nostra guida, ci ha consigliato di visitare la vicina Grisignana, una piccola cittadina famosa per essere la dimora, soprattutto in estate, di artisti di strada, pittori e scultori




Ma non voglio anticiparvi troppo di questo magnifico viaggio, quindi passo la palla a  Claudia che tra qualche giorno vi racconterà ancora un pezzetto di Istria Verde, prima di spostarci sulla costa per raccontarvi la parte blu. Naturalmente non potevo lasciarvi senza una ricetta ed ho scelto questi biscotti istriani, l'Istria non ha una grande tradizione dolciaria, solo frittelline e dolci secchi fatti con pochi ingredienti poveri. Questi biscotti si conservano a lungo e sono ottimi bagnati nel vino...provare per credere!

Cukerančiči


La lista della spesa (per un bel vassoio di biscotti):
- 500g di farina
- 1 cucchiaino di lievito
- 1 cucchiaino di bicarbonato
- 1 pizzico di sale
- 125g di zucchero semolato
- 1 e 1/2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
- 125g di burro ammorbidito
- 2 uova
- la scorza grattugiata di un limone non trattato
- latte q.b.
- grappa o brandy
- zucchero semolato

1) In un recipiente mettere la farina, il lievito, il bicarbonato, lo zucchero semolato, lo zucchero a velo ed il sale e mischiare tutto. Aggiungere la scorza di limone e il burro ammorbidito ed impastare, quindi unire le uova una alla volta e regolare di consistenza con poco latte. Il risultato deve essere un impasto compatto, omogeneo e lavorabile con un mattarello. Formare una palla con l'impasto e mettere in frigorifero per almeno 30 minuti.
2) Stendere l'impasto ad uno spessore di 5mm circa e ricavare con una ruota dentata dei quadrati di circa 10 cm per lato, quindi fare tre tagli laterali e separare le code che si creeranno. Disporre in una teglia da forno foderata con carta forno e infornare a 180° per circa 15 minuti finchè non saranno ben dorati.
3) Sfornarli e mentre sono ancora caldi spennellarli con la grappa/brandy e cospargerli con lo zucchero semolato. Fare raffreddare e servire.


Vi ricordo che si è appena aperta la seconda fase del nostro contest dedicata all'Istria blu e ai piatti di mare...vi aspettiamo!!

7 commenti:

  1. che foto splendide...e che biscotti favolosiiiiiii!!!

    RispondiElimina
  2. Tesoro mio questo reportage è davvero splendido mi fa venir voglia di correre ad Istria...davverot utto molto suggestivo ed affascinante e qusti biscotti hanno una forma originalissima e di sicuro osno strepitosamente buoni!!!bacioni e tvbbbbbbbbbbbbbbbbbbb,Imma

    RispondiElimina
  3. ciao tesorino.. ma che belle le foto che hai messo.. sembrano davvero dei posti unici e fuori dal mondo... non vedo l’ora di andare avanti in questo viaggio.. un bacio..

    RispondiElimina
  4. Complimenti x le foto!
    Complimenti per il tuo blog! passerò spesso a leggere le tue gustose ricette, visto che mi sono aggiunta come follower.
    Se ti va, passa da me e iscriviti tra i miei followers.
    Ciao

    http://lacucinacomepiaceame.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. tesoro attraverso queste foto ritorno a quei giorni che bei momenti trascorsi insieme e quanto abbiamo mangiato???? Questi biscottini sono bellissimi...ehehe...sto sempre a bere...prendo la palla in mano . bacioni

    RispondiElimina
  6. Belle foto. Sei riuscita a rendere bene l‘atmosfera della tipica konoba istriana.
    ciao
    mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero, il tuo commento mi sta davvero a cuore. Un bacione e ti aspetto per l'Istria Blu!! Bacione

      Elimina