martedì 19 luglio 2011

Un primo dai boschi, un super premio e...chiuso per ferie!


Ecco i primi funghetti trovati tra i miei boschi, trattasi di banalissime garitole, con le quali però ho realizzato un buon piatto di pasta. Non trovo nulla di più indicato per salutarci e darci appuntamento a settembre, quando l'estate sarà ormai finita e la stagione dei funghi sarà davvero alle porte!!
Ma andiamo per gradi, in effetti vi attende un super post, ricco di comunicazioni, soddisfazioni, anticipazioni ecc...beh, ormai sapete come sono fatta!!!
Cominciamo dalla ricetta...

Fusilli alle garitole e zucchini


La lista della spesa:
- 5/6 garitole (gallinelle)
- 2 zucchine piuttosto piccole
- 200g di fusilli
- 1 cipollotto
- timo selvatico
- olio evo
- sale e pepe appena macinato

1) Fare rosolare il cipollotto tritato in due cucchiai di olio evo per qualche secondo, aggiungervi poi le zucchine già pulite e tagliate a cubetti piccoli e le garitole (anch'esse pulite) tagliate a tocchetti e saltare per alcuni minuti, regolare di sale e di pepe

2) Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolarla bene e unirla al sugo nella padella. Lasciare insaporire per qualche istante

3) Finire con del timo fresco, impiattare e servire con una bella macinata di pepe


Bene, ed ora veniamo al premio che devo dire mi ha lasciate senza parole!!!! Voglio condividerlo naturalmente con voi e dedicarlo a tutti quelli che mi seguono quando da queste parti c'è bel tempo ma anche quando l'orizzonte è pieno di nuvole!!!

Ho vinto, con le mie Fettuccine all'ortica ai sapori del campo la sezione "food-o-grafia" del contest di Marilì


La premiazione è andata in onda il 14 luglio alle 14.00 su La3 di Sky e il giudice per questa sezione non era alro che Alessandro Guerani, fotografo ed artista che immagino tutti voi conoscerete (se non lo conoscete andate a visitare il sito!!)...posso solo dire che ho avuto un mezzo mancamento e che sono stata così felice che avrei urlato in mezzo all'ufficio non appena ho appreso la notizia (per fortuna mi sono trattenuta!!!)...vi lascio di seguito le parole con cui ha motivato la sua scelta...parole che penso mi stamperò e ogni tanto tornerò a rileggere giusto per realizzare che è successo davvero!!



MOTIVAZIONE a cura di Alessandro Guerani :
“la foto è bilanciata come composizione, mentre il taglio verticale le dà il giusto movimento lasciando supporre all’osservatore il resto del piatto.Il fuoco e la profondità di campo sono ben gestiti e il contrasto discreto anche se mancante di un filo di brillantezza e di luce sul cibo.Il food è appetitoso con un discreto lavoro di styling, con colori armoniosi e ben assortiti, magari la foglia verde in primo piano andava ridotta di dimensione perché tende ad essere troppo il centro dell’attenzione.Le guarnizioni floreali creano curiosità senza distrarre troppo dal soggetto principale.”

Ne approfitto tra l'altro per ringraziare Marilì per la bellissima opportunità ed invito tutti a visitare il sito Gustoshop dove potete trovare tantissime eccellenze italiane, io ho assaggiato e posso assolutamente confermare la bontà di questi prodotti!!

Eccoci ai saluti...il gattoghiotto va in ferie per un po'...mi prendo il mio meritato riposo, ma tornerò a settembre più pimpante che mai...preparatevi alle sorprese...ce ne saranno tante!!! A cominciare dal 1 settembre...avete capito bene?? Il 1 settembre appuntamento qui per scoprire tante e tante novità scoppiettanti!!!

Un bacione a tutti, che questa estate vi porti tutto ciò che desiderate...a presto...

giovedì 14 luglio 2011

Un crumble profumato


Ok, forse mi son fatta un po' prendere la mano con gli esperimenti alla lavanda ma vi giuro che questo crumble mi ha conquistata...quindi...se siete per gli accostamenti audaci, se scoprire nuovi sapori non vi spaventa allora provatelo!! E naturalmente fatemi sapere...
Io nel frattempo preparo l'ultimo post...è tempo di vacanze!!!

Crumble albicocche e lavanda


La lista della spesa:
- 125g di farina
- 50g di burro
- 50g di zucchero
- 1 pizzico di sale
- 1 uovo
- zucchero di canna
- 300g di albicocche dolci (già pulite e denocciolate)
- 2 cucchiaini di fiori di lavanda
- mandorle a lamelle

1) Lavorare velocemente il burro con la farina, il sale e lo zucchero fino ad ottenere un composto sbriciolato, quindi aggiungere l'uovo e incorporare fino a che l'impasto non risulta omogeneo, mettere nella pellicola ed in frigo per almeno un ora.

2) Tagliare le albicocche a pezzetti, imburrare 4 o 5 cocottine e cospargere con zucchero di canna. Distribuire le albicocche nelle cocotte, distribuirvi sopra qualche fiore di lavanda e un cucchiaino di zucchero di canna per ogni cocotte.

3) Prendere la frolla e spezzettarla in bricioloni sopra le cocotte coprendo tutta la frutta, cospargere con mandorle a lamelle ed infornare a 180° per 45 minuti circa.
Servire tiepido.

venerdì 8 luglio 2011

Voglia di mare...


Non vedo i miei bimbi da una settimana, sono al mare con i nonni e ogni volta che sento le loro vocine contente per telefono realizzo che mi mancano molto e che non vedo l'ora di raggiungerli.
Presto infatti anche io potrò rilassarmi e farmi cullare dal suono delle onde ma per il momento mi accontento di portare un po' di mare in tavola. 
Un semplice spunto per una cenetta da "sposini"...

Mezze maniche con calamari, zucchine, olive nere e capperi


La lista della spesa:

- 250g di mezze maniche Garofalo
- 400g di calamaretti puliti 
- 100g di olive nere denocciolate 
- 2 zucchine
- 1 cucchiaio di capperi dissalati
- 1 spicchio d'aglio
- vino bianco
- 1 rametto di prezzemolo
- olio evo
- sale e pepe

1) Tagliare i calamaretti ad anellini e metterli da parte
2) Pulire le zucchine e tagliarle a cubetti piccoli, mettere da parte.
3) In una padella scaldare 2 cucchiai di olio evo e farci rosolare uno spicchio d'aglio, quindi aggiungervi i cubetti di zucchini e farli saltare per qualche istante
4) Sempre a fiamma alta aggiungere i calamari, rosolare per alcuni minuti, sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco quindi unirvi le olive e i capperi
5) Lasciare ridurre, mescolando di tanto in tanto, aggiustare di sale e di pepe e aggiungere per ultimo anche il prezzemolo tritato. Abbassare la fiamma
6) Lessare la pasta in acqua bollente salata, scolare e fare saltare per alcuni istanti nella padella con il condimento. Impiattare, finire con un goccino di olio a crudo e servire

mercoledì 6 luglio 2011

Un sapore e un ricordo


Il sapore dei ribes mi parla di estati da bambina nella nostra casa in montagna, di risate e di giochi.
Due rigogliose piante di ribes, oggi come allora, impreziosiscono il giardino di fronte alla casa ed in questo periodo si vestono di perle scarlatte dal sapore acidulo che serviranno a riempire la dispensa di golose marmellate che mia mamma, aiutata dalle donne del paesello, come ogni anno si appresterà a fare.
Io invece ho deciso di catturarne il sapore in un cake e di abbinarlo al limoncello per un tè davvero raffinato.

Cake ribes e limoncello


La lista della spesa:

- 250g di farina
- 250g di ricotta
- 150g di zucchero
- 3 uova
- 100g di olio di semi
- 100g di limoncello
- 1 bustina di lievito vanigliato
- 250g circa di ribes sgranati e puliti
- burro per lo stampo

1) Mettere tutti gli ingredienti (esclusi i ribes) in una planetaria o in una terrina a partire da quelli liquidi (olio, uova e ricotta) e continuando con quelli solidi (farina, lievito e zucchero). Lavorare qualche minuto con le fruste per inglobare aria nell'impasto, deve risultare cremoso e gonfio.
2) Aggiungere i ribes (lasciandone fuori una manciata) e con l'aiuto di una spatola incorporarli al composto stando attenti a non smontarlo.
3) Versare in uno stampo da plum cake imburrato ed infarinato, spargervi in superficie i ribes rimanenti ed infornare a 180° per circa 40-50 minuti. Raffreddare e servire.

lunedì 4 luglio 2011

Dolce lavanda...


Ho una grande pianta di lavanda in giardino che in questo periodo ci inebria con il suo profumo e ci preannuncia l'arrivo delle vacanze estive...più o meno. Ogni anno mi propongo di utilizzare i suoi fiori così belli e delicatamente profumati e di coglierne l'essenza. Quest'anno mi sono limitata ad aromatizzare lo zucchero che userò per dolcificare le mie tisane serali. La "ricetta" che ho utilizzato è quella di Cindy...non vedo l'ora di assaggiarlo!


La lista della spesa:

- 250g di zucchero semolato
- 3 cucchiai circa di fiori di lavanda
- scorzetta di limone e di arancia (facoltativa)

1) Mescolare lo zucchero con i fiori di lavanda, mettere in un barattolo e chiudere ermeticamente (a piacere aggiungere qualche scorzetta di limone o arancia).
2) Lasciare riposare 2 o 3 settimane, quindi setacciare e conservare ben chiuso in un barattolo di vetro
3) Utilizzare per dolcificare tisane o tè o per la preparazione di dolci