lunedì 11 ottobre 2010

La casa nel bosco - Capitolo quattordicesimo - La festa dei forni



Nel paesiello di montagna in cui si trova la mia casetta, il primo week end di ottobre, ha luogo una specie di sagra. All'inizio di questa rubrica vi avevo parlato di un antico forno a legna funzionante che si trova proprio a fianco della mia casa...beh, nella vallata ce ne sono altri quattro ed in occasione della festa, festa dei forni, vengono tutti accesi e si sfornano pane, torte biscotti e tante altre delizie che vengono offerte a chi aderisce alla manifestazione.
E' previsto un percorso a tappe (ogni tappa un forno) che si trasforma in una piacevole passeggiata tra i prati ed il bosco... attraverso le bellezze della natura... per scoprire sapori d'altri tempi e riempirsi gli occhi e la bocca di prodotti locali davvero unici!
Quest'anno il tempo era davvero brutto...pioggia e nebbia...per cui vi lascio le foto dell'anno scorso...














Ora l'idea era quella di usare il forno già bello caldo per sfornarvi qualcosa di goloso ma causa raffreddore bambini siamo scappati non appena la pioggia ha cominciato a scendere...però senza la ricetta non voglio lasciarvi e vi posto questo chutney fatto con gli ultimi pomodori verdi dell'orto di montagna.



La lista della spesa:
- 250g di pomodori verdi tagliati finemente
- 125g di cipolle tagliate finemente
- 125g di mele sbucciate e tagliate a pezzetti
- 1/2 peperone verde pulito e tritato finemente
- 1/2 spicchio d'aglio
- 1/2 cucchiaino scarso di zenzero in polvere
- 1 presa di curcuma in polvere
- 15g di uvetta
- 75g di zucchero di canna
- 75ml di aceto di vino bianco



1) Mescolare in una casseruola i pomodori, le cipolle, le mele e i peperoni. Unire l'aglio, lo zenzero e la curcuma, poi incorporare anche le uvette, lo zucchero e l'aceto
2) Portare ad ebollizione, abbassare la fiamma e coprire il recipiente. Lasciare sobbollire per 1 ora-1 ora e 1/2, fino a quando il chutney si sarà addensato. Mescolare spesso.
3) Trasferire il chutney in contenitori di vetro asciutti e caldi. Coprire con pellicola e chiudere bene. Fare bollire i barattoli per circa 30 min. Lasciare raffreddare, etichettare e conservare in luogo asciutto per almeno 3 settimane prima di consumare.
Si conserva per 6-12 mesi. E' perfetto in abbinamento con bolliti e formaggi.


33 commenti:

  1. Ciao tesoro, che meraviglia tutto tutto quanto!!!!
    ottima la ricetta e belle le foto.
    un bacio

    RispondiElimina
  2. Peccato che fosse brutto tempo...le foto dell'anno scorso sono proprio uno favolose.

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che meraviglia! I sentieri profumati di buon pane... un'atmosfera surreale direi

    Questa conserva è particolarissima!
    Baci e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  4. Giorno tesoro, che bellissima sagra e che bellissime foto!Peccato per il tempaccio di quest'anno!!Anzi, quasi quadsi è andata meglio così dato che questa chutney ha un aspetto suuuuper invitante, gnam!!Un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
  5. Ciao Fanciullina.. ma che spettacolo di manifestazione..mi consola un po’ il tempo brutto di quest’anno se no mi sarei davvero mangiata le mani... l’anno prossimo ti accompagno!!! (faccio che tenermi libera già da adesso...) e quel vasettino li??? che meraviglia un bacio

    RispondiElimina
  6. tesoro mio con l'arrivo dell'autunno questa tua rubrica mi farà sognare ancora di piu...quel bosco incantato che si racchiude dentro di te mi conquisterà ogni volta lasciandomi tante emozioni...questa manifestazione cosi meravigliosamente rustica l'adoro e in queste occasioni si riscoprono i vecchi sapori e ci si lascia avvolgere dal calore e dai profumi dei camini accesi....che posto da favola!!!e poi nn mi dimentico certo del tuo chutney che ai pomodori verdi mi lascia solo immaginare quanto sarà deliziosamente buono!!!bacioni,tvb,imma

    RispondiElimina
  7. Tesoro ma che meraviglia!! Io adoro queste iniziative che mantengono vivo qualcosa di antico come questi forni, nel tuo caso.... Ricchezze che non dobbiamo dimenticarci e anzi dobbiamo valorizzare!!! Brava!!
    Franci

    RispondiElimina
  8. che belle queste sagred i paese, con tanto divertimento e cibi rustici da gustare in compagnia!assolutamente tutto adorabile come l'atmosfera che questa casetta emana e il dolce calore del camino.adorabile poi il chutney, tutto fantastico! un bacio e nuon lunedì

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia! Sia le foto della festa dei forni che questa chutney di pomodori verdi. Da tener presente per il prossimo anno.
    Buona giornata
    Paola

    RispondiElimina
  10. che bella questa festa. è la prima volta che ne sento parlare, ma deve essere davvero un qualcosa di magico.. già immagino l'odore che si può spargere per le strade.

    RispondiElimina
  11. Ma perchè abito così lontano? :-( il tuo chutney sarebbe perfetto per il contest di Antonella (quellla del gemellaggio ;-) )
    Buona settimana, splendide atmosfere in questo post.

    RispondiElimina
  12. Ma che buona!!!! Io ho fatto la marmellata di pomodori verdi!!!

    UN bacio

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia queste foto! Peccato per il brutto tempo che non vi ha permesso di gustarvi questi sapori e profumi!
    Il chutney invece è molto invitante!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  14. Stupendo!!! come vorrei esser stata lì che atmosfera stupenda...d'altri tempi!
    e come vorrei trovar i pomodori verdi per questo chutney!!!
    difficili da trovar qui in zona! uffff!!!
    sempre bella questa tua rubrica!

    RispondiElimina
  15. ma che bella deveessere questa sagra !!! mia naonna faceva delle belle pagnotte nel forno e anche delle buonissime torte ! (bellisismo ricordi)
    il tuo chutney è favoloso !

    Ma dove avviene questa bella festa ?

    RispondiElimina
  16. Ciao Ambra, dev'essere una gran bella manifestazione e quante leccornie!!! grazie per aver diviso con noi queste belle foto!!! lo chutney di pomodori è molto ma molto interessante!! un abbraccio tesò e buona settimana :D

    RispondiElimina
  17. Che bella atmosfera.....quella che si trova sempre qui da te.....Una poesia.
    Ottimo il cutney....sarei proprio curiosa di assaggiarlo...non l'ho mai provato di pomodori verdi...mi sembra una delizia...
    E poi i sottovetro mi conquistano sempre.
    Bravissima Ambra.... ci regali qualcosa di speciale ogni volta.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  18. che meraviglia!! anche io vogli partecipare a questa sagra!!!!!il chutney deve essere buonissimo!

    RispondiElimina
  19. Questo chutney di pomodori mi sembra davvero meraviglioso e già me lo immagino come accompagnamento per otttimi formaggi. La festa mi sembrava meravigliosa, l'anno prossimo fai un post un po' di tempo prima per ricordarcela così magari veniamo anche noi!!!

    RispondiElimina
  20. Che vuoi che ti dica Ambra, sento l'odore della legna che arde, le caldarroste e il pane appena fatto... ho scoperto tardi questa rubrica, ma nella mia stagione preferita:))
    Si sa che adoro i chutney, con i pomodori verdi mi mancava!
    Un abbraccio, buona settimana...
    Pat

    RispondiElimina
  21. Nella contrada dov'era nata mia nonna, hanno un bellissimo forno a legna come quello della foto e ogni anno organizzano una festa con pizze e pane...è meraviglioso! Stupende, meravigliose le foto! Il chutney è sicuramente speciale ma mission impossible per me perché i pomodori verdi riuscirei a trovarli se li piantassi! Bacione

    RispondiElimina
  22. Ma che bella manifestazione!!!!...e anche la ricettina è interessantissima!!!...complimenti!!!

    RispondiElimina
  23. ambra è un tale incanto questa tua rubrica che mi sembra di leggere una fiaba a puntate! Splendida festa... peccato per la pioggia ed il raffreddore...l'incanto rimane comunque devo dire! Bacioni grandi. Deborah

    RispondiElimina
  24. Ma che spettacolo questa sagra...è davvero bello riscoprire le tardizioni popolari...
    il tuo cutney è da favola!
    Complimenti per tutto!!!

    Un abbraccio Ele

    RispondiElimina
  25. Vivi in un posto meraviglioso e i tuoi appuntamenti sono diventati imperdibili ...
    Mi segno la ricetta del chutney ;D

    RispondiElimina
  26. Ma che bello!Quanto mi piacerebbe essere lì, farmi una bella passeggiata fra boschi e forni accesi! Ma è un posto meraviglioso!
    Segno la ricetta del chutney!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  27. Queste sono le cose che fanno letteralmente impazzire noi viaggiatori golosi... Complimenti post splendido...
    Un abbraccio e buona settimana Ambra ;)

    RispondiElimina
  28. dovunque sia è un posto magnifico, gran belle foto che danno l'idea della festa e dell'atmosfera

    RispondiElimina
  29. Sembra un'iniziativa bellissima!!! Peccato che quest'anno sia stata rovinata dal tempaccio!
    Sono anni che non preparo un chutney, perché, a parte me, in casa nessuno li apprezza e finiscono per muffire, che peccato...

    RispondiElimina
  30. E' una meraviglia questa festa mi piacerebbe esserci per sentire il fuoco scoppiettare, ed il profumo che emana intorno a tutto questa bontà, cmq é già tanto averne assaporato l'atmosfera leggendoti.
    Buona giornata:)

    RispondiElimina
  31. Mi spiace per il raffeddore e il maltempo,ma grazie lo stesso per le foto!Conoscere attraverso te,un pò delle vostre usanze è sempre una gioia E devo dire che questa festa è davvero bella e particolare,una passeggiata nella natura,gustando prodotti tipici!Il tuo chutney,è invitante e gustoso,non l'ho mai fatto,ma penso mi piacerebbe tanto!!UN abbraccio bella bimba a te e ai tuoi bambini.....ciao ciù ciù!!

    RispondiElimina
  32. che immagini meravigliose... e che bello poter usare ancora questi forni...
    grazie anche per questa ricetta, mi immagino che bontà on i formaggi!

    RispondiElimina
  33. Anche quest'anno mi ero ripromessa di andarci ,ma me la sono persa ancora una volta ;-(
    Le tue foto sono stupende davvero complimenti!

    RispondiElimina