giovedì 2 settembre 2010

La casa nel bosco - Capitolo nono - Profumi di sottobosco


...Lo so, non è lunedì, ma la montagna non ci aspetta...continua il suo viaggio...i fiori cambiano, le piante crescono, i frutti maturano...ed io non posso rimanere indifferente a tutto questo.
Stiamo per entrare nella mia stagione preferita, tra qualche settimana il bosco sarà pieno di foglie gialle e rosse che come pennellate di un pittore cancelleranno tutto il verde che oggi colora le montagne.
Io non posso fare altro che raccogliere e godere di ciò che la natura ci fa dono e devo dire che in questo periodo è piuttosto generosa!!!
Per cui ci sarà qualche capitolo in più da scrivere...spero non vi dispiaccia...





Capitolo nono : Le mazze di tamburo e il riglio dell'Argentina



E' cominciata la stagione dei funghi, purtroppo nei boschi intorno alla mia casetta non è facile trovare dei porcini a causa di un incendio che si è verificato qualche anno fa (così dicono gli abitanti del luogo), però facilmente ci si imbatte nelle "Mazze di tamburo" o "Parasoli", sono dei funghi simpatici, alti (difficile non vederli) e assolutamente simili ad ombrelloni aperti.
Hanno un gusto molto delicato e si mangiano soprattutto impanati e alla griglia (il gambo va scartato).
A questo punto la domanda è: Che cos'è il riglio dell'Argentina? E' una pianta aromatica (che vedete in foto), il vero nome non lo conosco e su internet non ho trovato nulla (se qualcuno ne sa di più si faccia avanti), è profumatissima ed il suo aroma si sprigiona strappando le foglioline...davvero unico!!!E qui cresce in modo selvatico come altre erbe aromatiche...




Polpettine delicate al vino rosso


Ingredienti:
- 400g di macinato di suino
- 2 Mazze di tamburo
- 3 fette di pane in cassetta
- latte q.b.
- 1 uovo
- 2 fette di prosciutto cotto (non sottilissime)
- 75g di fontal
- 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
- 1 spicchio d'aglio
- burro q.b.
- olio EVO q.b.
- Pangrattato q.b.
- Vino rosso corposo
- Sale e pepe


1) Pulire le mazze di tamburo e tagliarle a cubetti piccoli, poi rosolarle in poco olio EVO con uno spicchietto d'aglio, regolare di sale e di pepe e lasciare raffreddare
2) Sbriciolare il pane in un recipiente e bagnarlo con poco latte, quindi aggiungervi la carne macinata, il prosciutto ed il formaggio precedentemente sminuzzati, il parmigiano grattugiato, l'uovo, i funghi e il pangrattato (fino ad ottenere la consistenza giusta). Regolare di sale e di pepe e lasciare insaporire il tutto per 10 minuti
3) Creare delle polpettine non troppo grosse e tutte uguali aiutandosi con un cucchiaio
4) Mettere in una casseruola un pezzetto di burro e 2 cucchiai di olio e farvi rosolare le polpettine da ambo i lati, sfumare con il vino rosso
5) Quando il vino è evaporato aggiungerne dell'altro, abbassare la fiamma e portare a cottura girando di tanto in tanto, regolare di sale e servire con un po' di sughetto.

Carpaccio profumato al riglio dell'Argentina


Ingredienti:
- 1 Mazza di tamburo piuttosto grossa
- Scaglie di parmigiano q.b.
- 1 limone
- olio EVO
- qualche rametto di riglio dell'Argentina
- sale e pepe

1) Pulire la mazza di tamburo, tagliarla a fette sottili e sistemarla su un piatto da portata
2) Cospargerla di scaglie di parmigiano
3) Condire con una vinaigrette realizzata con il succo di limone, l'olio (50:50) il sale e il pepe
4) Finire con il trito di riglio dell'Argentina

27 commenti:

  1. Sai che cominciava a mancarmi la tua casetta nel bosco? Per la temperatura autunno e inverno non sono le mie stagioni preferite però è vero che i colori dell'autunno sono magnifici, unici e irripetibili. Queste foto sono bellissime, quella lumachina mi fa impazzire, come il carpaccio di funghi e le polpettine sfiziosette. Un bacione tesoruccio, buon week end

    RispondiElimina
  2. Ambruccia mia bella bella bella!!!Non sai che piacere ho provato nel rileggerti!Sniff sniff, mi sei mancataaaa!!!(lacrimuccia di gioia!)

    Come sono andate le vacanze!?tutto bene!?Hai ricaricato le pile!?
    'Stè foto sono meravigliose...adooooovvvoooo quella con le lamelle di funhgo in primissimo piano!!!

    Un sacco di volte avrei voluto scriverti una mail per sapere come stavi, s ti stavi divertendo, se i tuoi piccoli e tuo marito ti stavano facendo impazzire...per dirti che mi mancavi...purtroppo non ho trovato una mail...così le mie smancerie te le faccio in pubblico ;P!!!

    E comunque io sono strafelice di leggere la tua rubica anche di giovedì!!!Non mi stanco mai di leggerti :D!!!

    PS: ma che buone le polpette 'mbriaghe!!!e il carpaccio è così chic!!!Che rientro i
    fenomenale!!!

    Smack smack e ancora smack!!!

    RispondiElimina
  3. Che bello, non vedevo l'ora di leggere e di vedere le foto dalla tua casetta "incantata"! Mai sentito del riglio argentino ma il suo profumo tende ad assomigliare a qualche altra aromatica conosciuta? Bellissime le mazze di tamburo...io le ho sempre mangiate alla griglia e se le trovavo piccole le mettevo in un bicchiere di acqua e le lasciavo aprire!
    Complimenti per tutto, anche per il delizioso pranzetto di oggi!! Un bacione carissima

    RispondiElimina
  4. Qualche anno fa, mi è capitato di passeggiare in bici su un viale in toscana, ai bordi del quale vi erano alberi, alberi a non finire, era autunno e le foglie cadevano come delicata pioggia dai rami, un manto giallo e rosso...una scena che rimarrà per sempre nei miei ricordi più belli.
    Questi ombrellini sono una meraviglia, non conoscevo l'esistenza di questo fungo, le polpette fatte con i funghi è un'idea da provare assolutamente!
    Immagini bellissime, quella del fungo plissè è fantastica!
    Baci ragazza da favola

    RispondiElimina
  5. Adoro i tuoi racconti della casetta in montagna!!! E che meraviglia queste foto!!!
    Troppo brava!!! E continua a postare....io di certo non mi stanco di leggerti.
    Buona giornata
    Paola

    RispondiElimina
  6. Ambra queste foto sono meravigliose!Adoro la montagna e tutti i suoi profumi e colori..wow..che nostalgia della mia infanzia passata in baita dai nonni!Le polpettine sono ottime, anzi che dico, sublimi!Il carpaccio super interessante dato che non ho mai assaggiato questo riglio..buon week end bacioni

    RispondiElimina
  7. eccomiiiiiiiiiiiii!! :)) la mia rubrica preferita in assoluto, quanto mi piace immergermi nelle tue foto e immaginare i profumi del sottobosco...bellissime ricette come sempre, il suggerimento dei funghi impanati mi fa impazzire :))

    RispondiElimina
  8. Ma come potrebbe dispiacerci di leggere questi meravigliosi post!!! Io adoro i fungi, e in insalata soprattutto...il tuo carpaccio deve essere delizioso. E poi le foto sono da urlo, mi sembra di sentirne il profumo.
    Ma sai che dalla foto il riglio mi era sembrata menta? ma che profumo ha?

    RispondiElimina
  9. Dispiacerci? Io adoro i tuoi post boscaioli! Deve essere fantastico vederlo cambiarsi d'abito seguendo le stagioni (sospiro)...
    Quell'erbetta mi sembrava somigliasse ad una che ho visto nell'ultimo post di Ornella, ma se lei non ha detto nulla a proposito nel commento vuol dire che mi sono sbagliata. Ma che aroma ha??
    Ad ogni modo fossi una mazza di tamburo sarei davvero felice di finire in quelle polpette! :d

    RispondiElimina
  10. Che bello sentirti di nuovo, Ambretta! Con il tuo capitolo della casa nel bosco, ci mancavi! Bellissime foto! Ma questo fungo come si chiama, quel altro, non le mazzetamburo, sull'ultima foto?
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Ma che fantastiche foto!!! le hai fatte tu??? splendide.. quella con l'ape, la farfalla e la lumaca... Che invidia mi fai! uffina.. ahahaah quanto darei per un giro nel blosco.. la sua umidità.. i suoi odori... mannaggia qui a Roma.. sta città piena di smog niente di tutto ciò! Meno male che ci sei tu.. a farmi sognare!!! Mi piacciono sia le polpette che il carpaccio di funghi.. anche se ahimè crudi non posso mangiarli!! smack e buon w.e. .-)

    RispondiElimina
  12. FOTO E RICETTE FANTASTICHE!
    MI SEMBRA DI STARE IN MONTAGNA...E CHE FAME MI E' VENUTA...
    BRAVA AMBRA!
    UN ABBRACCIO E BUON FINE SETTIMANA...

    RispondiElimina
  13. Foto meravigliose e ricette molto interessanti!!!...bravissima Ambra!!!

    RispondiElimina
  14. Che meraviglia queste foto!!! e le tue ricette non sono da meno!! Specialmente le polpettine al vino rosso... uhhh una bontà!!
    Ciao e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  15. cara come mi mancava la tua casetta!certo che non ci dispiace dei post in più del resto devi rimediare alla tua assenza per ferie!spero che raccoglierai il più possibile e soprattutto lo trasformerai in pietanze buonissime come queste! anche io adoro settembre e il cambiamento di stagione1

    RispondiElimina
  16. Caspiterina!!!sei tornata e me lo sono persa! pongo rimedio, BENTORNATA! bellissime foto come sempre, e davvero le tue ricette sono deliziose. Adoro le mazze di tamburo, qui da noi le chiamiamo "Bubbole".Il riglio non lo conosco, davvero curioso!
    A presto!

    RispondiElimina
  17. tesoro ma questa tua rubrica per me è un tocco di serenità e di relax totale quindi anche 3 a settimana vanno piu che bene:D!!!!adoro il tuo modo di accostarti alla natura e il modo in cui ci racconti di funghi ed erbe aromatiche e di ricette gustose e saporite cosi ricche di poesia e cuore quello che metti in tutto quello che condividi con noi!!!tvbbbbbbbbbbbbb,imma

    RispondiElimina
  18. Ambra il tuo blog è sempre più incantevole, leggerti mi lascia una sensazione sognante e piacevolissima, grazie cara. L'autunno sarà splendido nel bosco, posso soltanto immaginarlo e attendere con impazienza di leggerti... Baci. Buon fine settimana. Deborah

    RispondiElimina
  19. Beh, qui, nella tua casetta io ci starei d'incanto..ho già il cesto in mano per partire con te a cercar funghi ed erbe sconosciute, buon fine settimana.

    RispondiElimina
  20. Ambra, ti dirò sono contenta sia quasi finita l'estate, così posso rileggere la tua splendida rubrica!! Stupende foto e ottima ricetta! bacioni

    RispondiElimina
  21. Tu sai creare atmosfere incantate mia cara. Che meraviglia di foto e di ricette.....
    E finalmente scopro la tua rubrica!
    Un bacione carissima e a presto
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  22. Sono molto belli i post dedicati al bosco ed alle loro creature e tu riesci a trasmettere tutto l'amore e le conoscenze che hai per questi paesaggi!
    Bentornata :)

    RispondiElimina
  23. grazie per averci fatto scoprire le mazze di tamburo che non ho mai utilizzato, magnifiche le polpette

    RispondiElimina
  24. @Ornella-Elenuccia-Parentesi: E' vero, il riglio assomiglia a piante come la menta e la melissa ma il sapore è totalmente diverso, non ve lo saprei descrivere ma posso solo dire che è persistente come l'origano fresco ma con una nota di limone...
    @Oxana: Non ho idea di che fungo sia quello della foto piccola, noi non lo mangiamo, non penso sia commestibile, boh! Io raccolgo solo quello che conosco molto bene!!!
    @Tutti: Un grazie enorme, questi post sulla montagna sono molto importanti per me, la ricerca che ci sta dietro e l'amore sono ricompensati alla grande dal vostro gradimento...un bacio di cuore!!!

    RispondiElimina
  25. Complimenti cara, tutto più che meraviglioso: dalla casetta nel bosco, alle foto, alle ricette gustosissime!!!!! Sei bravissima!

    RispondiElimina
  26. Eccomi qui!!!! sono di ritorno e che meraviglia la mia rubrica del cuore!!!!! come sempre un salto nel mondo delle fiabe.. mi sei mancata!!! un bacio

    RispondiElimina
  27. Bellissimo seguire il cambaire delle stagioni attraverso il tuo bosco... la natura ogni volta ci sa regalare "frutti" squisiti! ora tocca i funghi e tu ci hai lasciato due ricettine ottime! le polpettine son proprio invitanti! brava!!!...anche per le foto stupende che fai!:)
    bacioniiiii

    RispondiElimina