lunedì 1 febbraio 2010

Lucana per caso...Cavatelli ai peperoni cruschi su crema di pecorino lucano



Quando ho deciso di partecipare al contest di Paoletta (praticamente appena l'ho visto) sapevo che la sfida sarebbe stata ardua: cucinare una ricetta della tradizione lucana (mi sono subito buttata sulla Basilicata) per una piemontese di fatto e marchigiana d'origine non sarebbe stato facile.
Ho fatto ricerche in rete, ho cercato informazioni preziose tra i conoscenti e quello che ho scoperto mi ha davvero affascinato: i tesori offerti dalla terra, la semplicità ma al contempo i sapori unici degli ingredienti e i riti della tradizione che ancora si tramandano di madre in figlia mi hanno fatto sentire tutta la magia di questa regione.
Per complicarmi ulteriormente la vita ho deciso di cimentarmi con i cavatelli fatti a mano (come vuole la tradizione) e per questo non posso che scusarmi anticipatamente con tutte le donne lucane chiedendo pietà per il mio umile operato!!
Insomma ho deciso di preparare il piatto che io stessa avrei voluto assaggiare e i peperoni cruschi non potevo proprio perdermeli! Dopo averli assaggiati posso solo dire che sono uno spettacolo!!!!
E' il primo contest a cui partecipa il mio giovane blog, mi sono divertita e di sicuro mi ha lasciato qualcosa, a voi lascio la mia ricetta e l'invito a gustare tutte le prelibatezze dei Sapori dei Sassi

Ingredienti:


Per la pasta:

- 400g di farina di grano duro
- Acqua tiepida q.b.
- Sale q.b.

Per il condimento:

- 6 Peperoni secchi (cruschi)
- 1 Spicchio d'aglio
- 2 pugni di mollica di Pane di grano duro
- Olio extravergine d'oliva
- Peperoncino piccante a scaglie
- Pecorino lucano grattugiato
- Sale q.b.

Per la salsa:

- 200 ml di panna liquida
- 4 cucchiai di Pecorino lucano grattugiato
- 3 cucchiaini di Polvere di peperone dolce (crusco)

1)Preparare l'impasto incorporando alla farina di grano duro l'acqua tiepida e il sale fino ad ottenere un impasto elastico ma abbastanza morbido

2)Lasciare riposare per qualche minuto poi ricavare dalla pasta dei cilindri di un centimetro circa di diametro

3)Tagliare dei pezzettini della misura di un dito e aiutandosi con un coltello schiacciare ed al contempo trascinare il pezzetto di impasto fino ad ottenere degli gnocchetti cavi (io ho guardato qualche video in rete che mi ha chiarito le idee e non nego di essermi esercitata con il pongo di mia figlia!!!)






4)Pulire i peperoni cruschi con un canovaccio asciutto, aprirli ed eliminare il picciolo e i semi poi spezzettarli

5)Fare soffriggere i peperoni in abbondante olio caldo con l'aglio per qualche minuto (facendo attenzione a non bruciarli) ed aggiungere la mollica di pane

6)Nel frattempo preparare la salsa facendo sciogliere il pecorino nella panna calda ed aggiungendo la polvere di peperone dolce

7)Cuocere i cavatelli in abbondante acqua salata finchè non verranno a galla, farli mantecare nel condimento di peperoni cruschi e mollica fritta per qualche secondo, regolare di sale edaggiungere a piacere il peperoncino piccante a scaglie

8)Impiattare i cavatelli adagiandoli sulla crema ed ultimare il piatto con una spolverata di pecorino grattugiato


Con questa ricetta partecipo al contest



15 commenti:

  1. Non sarai lucana, non conosco bene la cucina lucana, ma questo piatto a me sembra ultra delizioso. Bello l'abbinamento, belle le foto, bello tutto. E complimenti per i cavatelli: ci ho provato una sola volta e dopo il terzo...ho ripiegato sui garganelli! Un bacione :**

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo nulla della basilicata, è stata una sfida interessante!!!Grazie per il commento positivo...erano davvero buoni!!

    RispondiElimina
  3. Wow che bella ricetta, la vorrei provare anch'io ma dalle mie parti è praticamente impossibile trovare questi fagioli. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  4. @ Ambra: Grazie per aver partecipato al contest, sono davvero contenta che riesca nell'intento di far avvicinare la gente alla cucina di queste due splendide regioni che tanto hanno da offrire in ambito enogastronomico.



    @Daniela: fagioli?

    RispondiElimina
  5. Le foto dei tuoi piatti sono spettacolari...brava davvero...divento tua sostenitrice!
    Se ti và vieni a sbirciare il mio blog!
    http://farinalievitoefantasia.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Cara Ramona, appena esco dall'ufficio vengo a trovarti molto volentieri e a ricambiare il favore...grazie per il tuo commento!

    RispondiElimina
  7. che bel piatto!!! cavolo, io qui nemmeno li trovo i peperoni secchi... O forse sarà meglio che la prossima volta mi guardi meglio in giro... ad ogni modo complimenti, un primo piatto succulento!

    RispondiElimina
  8. Ciao Vale, i peperoni secchi sono tipici della basilicata, se ti interessa provarli fai come me, vai a visitare il sito di Angela - Il Sapore dei Sassi (cliccando sopra dove vedi scritto il sapore dei sassi in rosso), lì troverai un sacco di belle cose e ti arrivano subito subito!!!
    Grazie per il tuo bel commento. A presto.

    RispondiElimina
  9. non conoscevo il tuo blog, ti ho trovato cercando una ricetta per l'orata... è bellissimo, le tue ricette splendide e anche le tue foto. Complimenti!!!

    RispondiElimina
  10. Grazieee! Tu non sai quanto sono contenta, i vostri commenti mi riempiono di gioia!!
    E' da poco che tutto questo esiste ma ho già scoperto un mondo pieno di personcine davvero deliziose!!!

    RispondiElimina
  11. Grazie del consiglio, vado subito a guardare che c'è di buono!

    RispondiElimina
  12. Ambra grazie mille per aver partecipato! Spero ti sia divertita a preparare questo piatto lucano! Un bacio

    RispondiElimina
  13. meno male che nn sei Lucana...hai fatto un piatto favoloso...bravissima.

    Gabriella dalla lucania a vicenza

    RispondiElimina
  14. @Gabriella, il tuo commento mi fa davvero piacere!!!Grazie mille!!!

    @Angela, mi sono divertita moltissimo e ti devo dire grazie per le cose deliziose che mi hai fatto assaggiare e per la persona carina che sei...grazie di cuore

    RispondiElimina